7 maggio 2018

3 errori nei quali ti può far cadere il “pensiero positivo”



Il pensiero positivo può essere uno strumento molto potente. Può aiutarci ad affrontare sfide difficili nella vita e ispirarci quando stiamo per crollare. Tuttavia, ha anche un lato oscuro: l'eccesso di positivismo può diventare controproducente o addirittura dannoso.

I pericoli dell'ottimismo ingenuo


Nell'area della crescita personale è molto più facile incoraggiare le persone a sostituire i loro pensieri negativi con affermazioni positive. I pensieri negativi ci fanno sentire male, quindi se vogliamo sentirci meglio dovremmo sostituirli con pensieri positivi. Questa è la logica che molte persone capiscono e cercano di applicare.

Ma non è sufficiente sostituire alcuni pensieri con altri, la trasformazione alla base deve essere molto più profonda. Il pensiero positivo è potente quando si completa con l'obiettività ed è basato su un solido concetto di sé, se si fonda esclusivamente su frasi ottimistiche può causare dei danni.

Ogni persona e ogni evento contengono aspetti positivi e negativi. A volte, è conveniente concentrarsi sugli aspetti positivi, ma esagerarli può portare all'idealizzazione, un fenomeno molto pericoloso che può allontanarci dal mondo reale. Per esempio, possiamo essere orgogliosi di un lavoro ben fatto, ma pensare che siamo dei "geni" è un'esagerazione della realtà che può anche limitarci perché se crediamo di essere perfetti non ci sforzeremo di migliorare.

Allo stesso modo, coloro che cercano solo il bene negli altri, tendono a scusare i difetti di carattere o sono coinvolti in relazioni tossiche dove vengono manipolati o sottomessi. Vedere il bene e il positivo non ha nulla di sbagliato, al contrario, ma esagerare può farci perdere l'obiettività.

Fidarsi eccessivamente delle proprie capacità


La fiducia in se stessi è importante per intraprendere qualsiasi progetto. Se non credi in te stesso, è probabile che il progetto sia destinato a fallire prima che inizi. Tuttavia, l'eccessiva sicurezza, credere di essere una sorta di supereroi, può farci perdere la prospettiva e condannarci ugualmente al fallimento.

Nella vita, è altrettanto importante essere consapevoli dei nostri limiti quanto avere un'alta autostima. Infatti, a volte la fiducia esagerata può impedirci di prepararci quanto dovremmo, il che ci porterà inevitabilmente al fallimento. Al contrario, conoscere le nostre debolezze, difetti e limiti ci permetterà di essere sufficientemente lungimiranti e persino compensare le difficoltà con altri punti di forza.

Sopravvalutare le possibilità di successo


Affinché un progetto possa realizzarsi, devi credere che sia possibile. Ad ogni modo, convincerti che nulla andrà a finire male o essere certo che il nuovo investimento ti darà ritorni enormi, ti farà dimenticare i potenziali rischi che potresti incontrare lungo il percorso.

Se non ti prendi del tempo per pensare alle cose che potrebbero andare male, non sarai in grado di prevenirle e non sarai pronto quando ciò accadrà, quindi il loro impatto sarà ancora maggiore. Infatti, uno studio condotto presso l'Università di New York ha rivelato che fantasticare su tutto il bene che possiamo ottenere può essere molto pericoloso perché farà in modo che sviluppiamo una fiducia eccessiva. Qual è la soluzione? Questi psicologi hanno dimostrato che otteniamo risultati migliori quando visualizziamo uno ad uno i passi che dobbiamo compiere, invece di concentrarci solo sull'obiettivo.

La forza mentale viene dal pensiero realistico


Credere che quanto più il pensiero è positivo, tanto meglio è, è un errore che possiamo finire per pagare caro. I nostri pensieri devono includere sia le emozioni che la razionalità. Possiamo mantenere l'obiettività imprimendo una svolta ottimistica al pensiero. Infatti, la vera forza mentale, quella di cui anche i filosofi stoici parlavano, deriva dal pensiero realista, non da affermazioni irreali o sogni improbabili.

Ciò significa che invece di pensare: "otterrò il punteggio migliore in questo test" è meglio dire: "farò tutto il possibile per ottenere il miglior punteggio". Questa prospettiva toglie una parte della tensione e dello stress che potresti provare esigendo troppo a te stesso, generando una enorme calma mentre ti permette di rimanere concentrato su ciò che è importante. Solo così sei onesto con te stesso e raggiungi il tuo massimo potenziale.



Fonte:
Oettingen, G. & Mayer, D. (2002) The motivating function of thinking about the future: expectations versus fantasies. J Pers Soc Psychol; 83(5): 1198-1212.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons