5 dicembre 2016

7 cose che fai oggi di cui ti pentirai nei prossimi 10 anni

crescita

Il ritmo di vita che impone la società può diventare insopportabile. Immersi in numerosi impegni e responsabilità, è facile perdere di vista le cose più importanti. Infatti, passiamo gran parte della nostra vita senza essere consapevoli del fatto che, col passare del tempo, abbiamo meno possibilità di rimediare agli errori, quindi è essenziale trovare un equilibrio, qui e ora, che ci permetta di soddisfare le nostre esigenze ed essere più felici. Così potremo guardare al futuro con entusiasmo e avanzare con la certezza che non avremo grossi rimpianti.

Il passato non esiste, il futuro è incerto, abbiamo solo l’oggi


1. Trascurare gli amici. Il tempo passa e noi rinviamo tutte le cose che non sono urgenti. Come risultato, ci troviamo intrappolati in un’infinità di attività superflue che non apportano nulla ma diventano un buco nero che assorbe tutto il nostro tempo. Di conseguenza, ci allontaniamo dagli amici così la nostra cerchia sociale si restringe sempre di più. Ma è molto importante non trascurare le amicizie sincere e profonde, gli amici dell'infanzia e della gioventù, perché un giorno, quando avremo bisogno, non ci guarderemo intorno scoprendo che siamo rimasti soli.

2. Arrendersi in un rapporto di coppia. Dopo la fase dell’innamoramento arriva quella del compromesso e del duro lavoro, che è proprio quando le persone tendono a gettare la spugna. Infatti, a quasi tutti noi è capitato di interrompere un rapporto con una persona importante e, nel corso del tempo, chiederci cosa sarebbe successo se non avessimo rinunciato così presto. Così, quando credi che una relazione merita, fai tutto il possibile prima di gettare la spugna e, cosa ancora più importante, vivila pienamente dato che in questo modo, se ad un certo punto sei costretto a interrompere il rapporto, non avrai nulla di cui rimproverarti.

3. Non controllare lo stress.
Il ritmo di lavoro ei problemi familiari possono arrivare a soffocarci. Tuttavia, inventiamo sempre delle scuse per non prestare attenzione a questi primi segnali di stress e continuiamo a vivere sempre a tutta velocità. Presto o tardi lo stress ci presenterà il conto, perché è una vera e propria incubatrice di malattie. Quindi, perché entro i prossimi 10 anni non ti penta di non esserti fermato in tempo, è importante che impari a organizzarti, non sovraccaricarti di progetti che non puoi realizzare e che stacchi di tanto in tanto così da poterti rilassare e ricaricare batterie.

4. Non prendere decisioni per paura. La paura è l'emozione più paralizzante che esista, ma non possiamo permettergli di dominare la nostra vita al punto che arrivi a determinare le nostre decisioni. Se la paura del rifiuto sociale, di non essere all’altezza, del rischio di sbagliare, sono i modelli a cui ci affidiamo per decidere, possiamo essere sicuri che entro i prossimi 10 anni rimpiangeremo quelle decisioni. Naturalmente, questo non significa che dobbiamo lanciarci da un aereo senza paracadute, ma dovremmo essere in grado di connetterci con il nostro "io" più profondo e scoprire esattamente cosa desideriamo fare della nostra vita, trovare quelle cose che ci appassionano e azzardarci a fare il possibile per realizzarle.

5. Non dire cosa proviamo alle persone che amiamo. Noi crediamo che le persone che amiamo e stimiamo saranno sempre al nostro fianco, ma non è così. In realtà condividiamo solo una parte della nostra vita con loro e non sappiamo quando le nostre strade si separeranno. Pertanto, è importante esprimere i nostri sentimenti, dire loro quanto le stimiamo e amiamo. Queste parole sono un balsamo per l'anima, rafforzano il rapporto ed evitano il rimpianto di non averle dette quando ne avevamo l’opportunità. Di più spesso che puoi: ti amo, ti voglio bene, apprezzo quello che fai per me, sei una persona importante per me...

6. Lavorare troppo. Il lavoro è importante e può anche essere fonte di soddisfazione, quando amiamo quello che facciamo. Tuttavia, non dovrebbe diventare la nostra ragion di vita, perché c'è molto di più da fare e godere intorno anoi. Infatti, aver lavorato troppo, trascurando la famiglia e gli amici e anche se stessi, è uno dei più grandi motivi di rimpianto delle persone che si trovano alla fine della loro vita. Naturalmente, questo non significa che si dovrebbe lasciare il lavoro, ma fare in modo che questo non assorba completamente la nostra vita privata.

7. Seguire uno stile di vita poco sano. Essere sedentari, sedersi sul divano davanti alla TV, mangiare la prima cosa che si ha a portata di mano, bere alcolici regolarmente e senza controllo e fumare, sono tutte abitudini che finiscono per presentare un conto salato al nostro organismo e ci fanno invecchiare precocemente togliendo qualità alla vita. Infatti, si stima che dopo i 30 anni iniziano a verificarsi una serie di cambiamenti nell’organismo che possono essere irreversibili, quindi è questo il momento ideale per iniziare a prendersi cura di sé.

Infine, ricorda che la vita passa mentre stai facendo altri piani. Non rinviare a domani ciò che può renderti felice oggi.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

7 cose che fai oggi di cui ti pentirai nei prossimi 10 anni
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons