14 aprile 2016

7 buone ragioni per andare dallo psicologo

cerotti

La decisione di chiedere aiuto non è sempre facile, soprattutto perché a volte pensiamo che significhi riconoscere una debolezza o un fallimento. Chiedere aiuto ad uno psicologo è ancora più complicato perché si aggiungono gli stereotipi che esistono intorno alle malattie mentali. Ma la verità è che chiedere aiuto è una scelta che denota coraggio e maturità.

Di solito la decisione di andare da uno psicologo è un processo nel quale la persona prende coscienza della sua condizione e del disagio che prova, si rende conto che il tempo non cura le ferite come previsto e capisce che ha bisogno d’aiuto per affrontare la situazione.

Nello stesso modo in cui non ha senso sopportare il mal di denti, non ha neppure senso sopportare il dolore emotivo. È importante capire che non sempre possiamo affrontare tutto da soli. In molti casi, il tempo non è sufficiente e non cura le ferite, ma aggiunge solo ulteriori strati di risentimento, odio e frustrazione.

Infatti, dobbiamo considerare che le emozioni represse, prima o poi vengono alla luce. Sentimenti e traumi che non si esprimono si accumulano nell'inconscio, e quando si verificano certe condizioni terminano per farci esplodere. In altri casi, si trasformano giorno dopo giorno in modelli di pensiero negativo e comportamenti che danneggiano le relazioni e rappresentano un ostacolo per raggiungere la felicità.

Inoltre, non si va dallo psicologo solo quando ci si sente male. Ci sono psicologi specializzati in coaching che possono aiutarvi a prendere una decisione importante nella vita, ad approfondire le vostre esigenze e avere una visione più chiara della vita che desiderate condurre. Questi professionisti possono anche aiutarvi a cambiare drasticamente la vostra vita per raggiungere i vostri obiettivi, migliorare le relazioni interpersonali o semplicemente avere una maggiore autostima e fiducia in voi stessi.

Lo psicologo non risolve i problemi, ti aiuta a trovare la soluzione


1. Avere uno spazio solo per te. Molte persone mettono i bisogni degli altri prima dei loro, sia perché si tratta dei loro bambini, i genitori o il partner. Ma relegarsi sempre ad un secondo piano con il tempo causa diversi problemi sotto il punto di vista emotivo e può generare solitudine e una sensazione di vuoto, anche se si è circondati da molte persone. Appoggiarsi allo psicologo è un modo per prendersi cura di se e dedicarsi attenzione, è come andare in un centro benessere o sottoporsi a un massaggio, è un messaggio che si invia a se stessi attraverso il quale si indica che ci si considera importanti e ci si preoccupa di se stessi. Dallo psicologo avrete tempo solo per voi, per parlare dei vostri problemi, preoccupazioni e/o sogni.

2. Capire esattamente cosa ti sta succedendo. A volte le emozioni prendono il controllo e impediscono di pensare chiaramente, ci bloccano o ci spingono a prendere decisioni che in altri momenti non avremmo nemmeno preso in considerazione. In questi momenti ci sentiamo confusi, perdiamo la bussola. Uno psicologo può aiutarci a ritrovare la strada e cercare spiegazioni a ciò che sta accadendo. Infatti, molte persone si sentono automaticamente sollevate quando trovano una spiegazione per i sintomi che stanno sperimentando, è come se tutto acquistasse un senso e gli risulta più facile accettare la situazione. Parlare delle vostre preoccupazioni vi aiuterà a conoscere molti dettagli che avevate trascurato. Parlare permette di chiarire le idee, vi rende padroni dei vostri sentimenti, vi da sollievo e vi consente di prendere delle decisioni migliori.

3. Essere ascoltato senza essere giudicato. Lo psicologo ti ascolterà, senza emettere giudizi di valore, senza applicare stereotipi o etichette. Una sessione di terapia è uno spazio in cui si può parlare di tutto senza timore di essere giudicati o criticati. In realtà, anche se non siamo pienamente consapevoli, a volte abbiamo bisogno di una dose di accettazione incondizionata che ci permette di riequilibrare la nostra autostima. Lo psicologo non solo ascolterà i vostri problemi, ma presterà attenzione al vostro linguaggio extra-verbale e alle vostre emozioni, non vi giudicherà in termini di “buono o cattivo”, ma cercherà di capirvi per aiutarvi.

4. Otterrai una visione più completa e obiettiva. Lo psicologo non commenterà i vostri valori o esperienze catalogandoli come “giusti o sbagliati”, ma vi fornirà un punto di vista professionale su quanto sta accadendo. Vi aiuterà a trovare una spiegazione, in modo da capire cosa vi succede e trovare la soluzione migliore per voi. Dato che egli non è emotivamente coinvolto nella situazione, vi può offrire una prospettiva più completa e obiettiva del problema. In questo modo, diverrete consapevoli dei fattori che vi impediscono di avanzare e vi fanno sentire male.

5. Conoscerti meglio e comprendere gli altri. La psicoterapia non solo consentirà di conoscervi meglio, ma vi aiuterà anche a capire le altre persone. Nella misura in cui approfondirete i vostri sentimenti, potrete essere più empatici con gli altri e capirete le ragioni del loro comportamento. Infatti, quando abbiamo dei pensieri negativi e non li processiamo, questi diventano ipotesi che ci impediscono di vedere il mondo così com'è in realtà. Quando riuscirete a mettere da parte queste aspettative e credenze irreali, non solo vi conoscerete meglio, ma vi sarà anche più facile comprendere le intenzioni e le motivazioni degli altri.

6. Imparerai a gestire emozioni, pensieri e comportamenti. La psicologia è una scienza che si basa in anni di sperimentazione e studi scientifici, ha a disposizione un infinito arsenale di tecniche per alleviare alcuni sintomi o aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi. Uno psicologo vi aiuterà a identificare e modificare i pensieri disfunzionali che vi fanno sentire male, vi insegnerà a gestire meglio le vostre emozioni e ad eliminare le abitudini negative per sostituirle con abitudini più sane. Vale la pena però ricordare che lo psicologo non ha la bacchetta magica per risolvere tutti i vostri problemi, ma vi fornirà le tecniche e le strategie che potrete implementare da soli per risolvere questi conflitti.

7. Svilupperai abilità per risolvere i conflitti. I conflitti fanno parte della vita quotidiana, così come i problemi. Pertanto, gli psicofarmaci non sono una soluzione definitiva, ma solo un cerotto su una ferita che continua a sanguinare. Al contrario, la psicoterapia offre degli strumenti utili che non solo consentono di risolvere i problemi attuali ma anche quelli che potrebbero sorgere in futuro. La psicoterapia è finalizzata a sviluppare le competenze che vi consentono di affrontare la quotidianità, aiutandovi prima a riconoscere le vostre emozioni e le idee sbagliate e, in secondo luogo, facendovi riflettere su di esse e cambiarle. La psicologia non ha carattere esclusivamente curativo, ma anche preventivo.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

7 buone ragioni per andare dallo psicologo
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons