29 marzo 2016

10 trucchi psicologici usati dai supermercati per farci spendere di più

supermercato

Siamo molto suggestionabili, molto più di quanto saremmo disposti a riconoscere. Infatti, percepiamo inconsciamente i dettagli di ciò che ci circonda e questi terminano per influenzare le nostre decisioni apparentemente razionali. Per esempio, una camera con una temperatura più calda ci rende più gradevoli e ci fa percepire il nostro interlocutore come una persona più empatica, mentre una stanza fredda ha l'effetto opposto. Allo stesso modo, gli odori hanno un’influenza molto forte sul nostro comportamento. Ad esempio, l'odore del detersivo ci fa mangiare più lentamente e gli aromi floreali ci fanno valutare più attentamente un prodotto, è quello che si conosce come il Marketing degli Aromi.

Non è quindi sorprendente che anche i supermercati ricorrano a tutti i tipi di tecniche esistenti per farci spendere di più. Si tratta di piccoli dettagli che le nostre menti razionali trascurano, ma che vengono catturati dal nostro inconscio.

1. Carrelli di grandi dimensioni perchè noi li riempiamo

Lo sapevate che i carrelli della spesa sono apparsi nel 1938 e da allora hanno progressivamente aumentato la loro dimensione? Infatti, inizialmente erano destinati a facilitare gli acquisti dei clienti, ma a poco a poco i centri commerciali hanno capito che più sono grandi tanti più prodotti possono contenere. Infatti, se il carro resta mezzo vuoto usciamo con la sensazione di non aver comprato abbastanza.

2. I prodotti: meglio all’altezza degli occhi e sulla destra

Nei supermercati, i prodotti che vogliono farci comprare si trovano all'altezza dei nostri occhi. In questo modo li possiamo vedere facilmente. Al contrario, gli articoli più economici sono spesso in basso perché non ci prestiamo molta attenzione. Infatti, i dolci sono spesso collocati negli scaffali più bassi, all'altezza degli occhi dei bambini, perchè persuadano i loro genitori a comprarli. Inoltre, i prodotti che si preferisce vendere si trovano a destra perché, dato che la maggior parte delle persone sono destrimani, tendono a guardare a destra.

3. Il prezzo avrà sempre dei nove

È un vecchio trucco, ma funziona ancora perfettamente. Questo perché si tende a guardare solo la prima cifra, e non si contano i centesimi. Pertanto, tutti noi percepiamo inconsciamente che un articolo con un prezzo di 9,90 euro costa 9 euro, quando in realtà costa circa 10 euro. In questo modo ci fanno spendere di più senza che ne siamo pienamente consapevoli.

4. I prodotti fondamentali cambiano spesso di posto

I supermercati non possono cambiare i prodotti troppo spesso perché altrimenti genererebbero frustrazione nei loro clienti. Tuttavia, di tanto in tanto cambiano le sezioni dato che in questo modo siamo costretti a prestare più attenzione mentre facciamo la spesa, e così evitano anche gli acquisti automatici e attirano la nostra attenzione su dei nuovi prodotti che non avevano probabilmente notato.

5. I prodotti essenziali sono posizionati in un angolo remoto del negozio

La disposizione dei prodotti è molto importante e determina le vendite. Pertanto, i prodotti essenziali che non possiamo fare a meno di acquistare, ad esempio il latte o le uova, si trovano di solito nell’ultima corsia in fondo al negozio. In questo modo si costringono i clienti a percorrere tutta la superficie commerciale, nella speranza che lungo il percorso incontrino altri prodotti che attirino la loro attenzione e che non avevano programmato di acquistare.

6. I prodotti non indispensabili si trovano all’entrata del negozio

Nella maggior parte dei supermercati i prodotti non indispensabili, come i fiori o i dolci industriali, si trovano all’entrata del negozio. In questo modo siamo tentati di comprarli perché abbiamo il carrello vuoto e l’impatto visivo ci tenta. Inoltre, lo sapevate che l'aroma floreale o quello dei prodotti da forno attivano le nostre ghiandole salivari spingendoci a comprare istintivamente?

7. I prodotti più costosi e meno indispensabili saranno sempre vicini alle casse

Una volta terminata la spesa e arrivati alla cassa dobbiamo attendere e fare un poco di coda. Nel frattempo osserviamo caramelle, riviste, barrette energetiche, batterie e gomme da masticare, il tipo di prodotti che di solito non abbiamo in mente quando andiamo a fare la spesa. È interessante notare che questi prodotti hanno anche dei prezzi molto elevati, ma li compriamo ugualmente perché pensiamo che forse ne abbiamo bisogno, o perchè i bambini finiscono per chiederceli.

8. Le carte di sconto o i buoni sono strumenti per incrementare il conto

I supermercati offrono di solito delle carte con le quali si accumulano dei punti o dei coupon che permettono di ottenere degli sconti. Tuttavia, il trucco sta nel fatto che per ottenere i punti o lo sconto si deve raggiungere un minimo di spesa. Così il negozio si assicura che il cliente che inizialmente avrebbe speso solo 20 o 25 euro termini per spenderne 30, per ottenere i punti o gli sconti, quando in realtà non ne ha alcun vantaggio.

9. I negozi: quanto più grandi meglio è

Le dimensioni importano, almeno in fatto di superfici commerciali. È stato dimostrato che quando ci troviamo in un negozio stretto e affollato di solito siamo assaliti dallo stress e compriamo più velocemente, e quindi spendiamo meno. Al contrario, quando siamo più rilassati cadiamo vittima degli acquisti d’impulso, quindi riempiamo il carrello. Così, mentre la superficie è più ampia, saremo meno condizionati dal numero delle persone e ci tratterremo più a lungo comprando di più.

10. La musica è utilizzata per aumentare le vendite

Negli ultimi tempi possiamo ascoltare musica in quasi tutti i negozi e supermercati. Non è un caso, è stato dimostrato che il ritmo lento di alcuni generi musicali (new age, chill out) ci incoraggia a spendere di più. Invece, la musica dura e rumorosa ha l’effetto contrario. La musica classica è ideale perchè ci rilassa, ci fa sentire bene e ci incoraggia a spendere molto di più. Infatti, è risaputo che la musica ha un potere enorme sul nostro comportamento.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

10 trucchi psicologici usati dai supermercati per farci spendere di più
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons