24 novembre 2015

Il mio partner mi ha chiesto tempo: Cosa faccio?


Nelle fiabe, e in molti film romantici, le persone si trovano ad affrontare mille ostacoli per stare insieme, ma alla fine trionfa sempre l'amore. Così, alla fine “vivono tutti felici e contenti”.

Nella vita reale la situazione è ben diversa, la maggior parte delle coppie non incontra grandi ostacoli per iniziare un rapporto, i problemi vengono dopo, con gli attriti che genera la quotidianità.

Così che, a volte, si presenta il momento tanto temuto: "Non è colpa tua, sono io. Ho bisogno di tempo per pensare".

È consigliabile fidarsi dell’altro e concedergli questo tempo? Sarà meglio porre fine alla relazione o vale la pena di aspettare? Queste e altre domande tormentano la mente della persona alla quale è stato chiesto del tempo, ma c'è un problema ancora più grande che la perseguita: Perché mi ha chiesto del tempo?

Perché il vostro partner vi chiede tempo per pensare?


Ogni coppia è diversa. Una coppia è composta da due persone diverse che hanno avuto diverse esperienze di vita e ora tentano di costruire una storia comune. È quindi difficile trarre delle conclusioni che possano venire applicate ad ogni singolo caso. Ad ogni modo, come regola generale, dietro alla richiesta di tempo si nascondono alcune cause comuni.

- Il vostro partner si sente sopraffatto. Ognuno di noi è diverso, alcuni hanno bisogno di segnali d’amore a tutte le ore, mentre ad altri, l’eccesso di affetto da fastidio. All'inizio di un rapporto, quando entrambi non conoscono bene i gusti dell’atro, è normale che uno dei due possa sentirsi soffocato dalle continue attenzioni dell’altro. In questo caso, la persona chiede del tempo perché ha bisogno “d'aria” per respirare.

- Il vostro partner ha bisogno di fare un passo indietro. Ci sono dei momenti in cui il rapporto procede troppo in fretta. Forse vi siete lasciati trasportare dall'euforia dell’infatuazione e avete fatto anche dei passi troppo grandi prima di conoscervi meglio, o vi sentite impreparati ad affrontare questo livello di responsabilità. In tal caso, è probabile che il vostro partner voglia prendersi del tempo per tornare a considerare le decisioni prese. Non significa che non vi ama, ma che desidera semplicemente fare un passo indietro e affrontare le cose con più calma.

- Il vostro partner non sa cosa vuole. In questo caso, la persona nutre seri dubbi sul vostro rapporto. Non sa se desidera continuare, se vi ama ancora o se è questo il tipo di rapporto che desidera. A volte l'insicurezza è dovuta alla paura di impegnarsi, a volte è il prodotto di una crisi esistenziale o semplicemente della noia, che appaiono in un rapporto durato molti anni e ormai ha perso la sua energia iniziale. A questo punto, la persona ha bisogno di riconsiderare una parte importante della sua vita, e crede che avendovi accanto in questa fase non riuscirà a trovare le risposte che cerca.

- Il vostro partner vuole terminare il rapporto, ma non ha il coraggio di dirlo. Per alcune persone è difficile chiudere una relazione. Forse ha paura di cosa gli risponderete, non vuole ferirvi o pensa che rompere lentamente sarà meno doloroso, così preferisce rompere indirettamente lasciando un filo di speranza. Ovviamente, si tratta della prospettiva peggiore, perché normalmente non si ritorna sui propri passi.

Come aspettare senza farsi assalire dalla disperazione?


Alla maggior parte delle persone risulta difficile accettare la richiesta di tempo da parte del partner. Non è certo una cosa facile da affrontare.

1. L'informazione è potere, non accontentarti di risposte evasive

L'incertezza è difficile da sopportare, soprattutto quando il nostro partner ci chiede tempo, perché veniamo subito assaliti dalla paura di perdere la persona amata. Quindi, più informazioni abbiamo e meglio è. In questo modo potremo prendere una decisione più consapevole. Hai il diritto che il tuo partner ti spieghi il motivo per cui ha bisogno di tempo per riflettere. Dopo tutto, anche la tua vita andrà in “pausa”.

Non accontentarti di risposte generiche e evasive. Chiedigli di spiegarti le sue motivazioni. Se il tuo partner ti rispetta e ti considera come persona, troverà il modo per spiegarti le sue ragioni. Ma è importante che tu non tragga delle conclusioni affrettate, non sempre c’è una terza persona di mezzo, tanto meno è finito l’amore, a volte c’è semplicemente bisogno di fare una pausa.

2. Concordate la vita di coppia nei minimi dettagli

Se credi che il rapporto abbia un futuro, è consigliabile che stabiliate insieme come dovrà essere la vostra vita da quel momento in poi. Alcune coppie stabiliscono di non vedersi più per un determinato periodo mentre altre hanno bisogno di concedersi un po’ di spazio continuando a vedersi. In ogni caso è consigliabile compromettersi solo con quelle norme che si è pronti a rispettare, perché se decidi di interrompere il rapporto per un periodo di tempo e poi inizi a molestare il tuo partner, questi potrebbe percepirlo come una violazione del suo spazio e sicuramente si allontanerebbe da te. 

Accetta esclusivamente il compromesso su quelle regole che puoi rispettare e che hanno senso per te. Se il tuo partner ti chiede delle cose che ti sembrano irrazionali o che non soddisfano le tue aspettative, è meglio parlarne al fine di trovare la soluzione migliore per entrambi, che in alcuni casi potrebbe essere la separazione definitiva.

3. Tempo sì, ma con una scadenza precisa

Per una persona confusa che deve prendere una decisione importante nella vita, può essere difficile determinare con precisione il tempo di cui avrà bisogno. Tuttavia, non conviene che la coppia si conceda un tempo infinito. Sarebbe consigliabile concordare un lasso di tempo ragionevole, in modo tale che la situazione non si protragga per sempre. Trascorso tale termine, il vostro partner dovrebbe prendere la sua decisione. Stabilisci quanto tempo puoi aspettare e se il tuo partner non farà il passo, dovrai farti carico tu della situazione e decidere il futuro del rapporto.

4. Non vittimizzarti

Il primo impulso della persona alla quale il partner chiede tempo la porta ad assumere il ruolo della vittima e la fa sprofondare nel dolore. Ma in questo modo ti fai solo del male. Non hai un ruolo passivo, dopo tutto, tu hai accettato questa pausa, anche se potevi rifiutare o porre fine al rapporto. Quindi sii forte e non perdere la prospettiva. Il tuo partner si sente in qualche modo insoddisfatto, e per questo ti sta chiedendo tempo, ma anche tu hai esigenze e aspettative che hanno lo stesso valore e meritano di venire prese in considerazione. Non ti sta lasciando, ti sta chiedendo del tempo, ma chi decide sei tu.

5. La vita va avanti

Ti consiglio di non mettere letteralmente la tua vita in "pausa". Anche se può essere difficile e richiederà un grande sforzo, cerca di continuare con la tua normale vita quotidiana. Trova delle nuove attività che ti motiveranno o avvia un nuovo progetto. Il punto è che non devi pensare al tuo partner 24 ore al giorno, ma piuttosto devi approfittare di questa pausa nella relazione per riscoprire la tua individualità, per tornare a fare cose che avevi abbandonato e godere della solitudine.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Il mio partner mi ha chiesto tempo: Cosa faccio?
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons