25 settembre 2014

Il primo segnale di crisi in una relazione



John Gottman è uno psicologo che lavora presso l'Università di Washington ed ha dedicato gran parte della sua vita a studiare le dinamiche familiari e, in particolare, le relazioni. Dopo due decenni di ricerca ha riassunto la sua esperienza indicando qual è il principale segnale che di solito annuncia in modo abbastanza preciso l'esistenza di una crisi di coppia all'orizzonte.

Qual è? Il disprezzo.

Il disprezzo non è solo un giudizio negativo ma include anche una critica feroce, spesso fatta maliziosamente e senza una solida ragione per sostenerla. Il disprezzo non è una mera opinione, ma implica leggerezza e scarsa stima per l'altro. Come si può immaginare, se una persona comincia a disprezzare la sua dolce metà, prima o poi la crisi arriva.

Tuttavia, il problema è che noi di solito non siamo consapevoli del disprezzo finché questo è praticamente irreversibile. Quindi, se vogliamo evitare una crisi di coppia, è meglio restare vigili rispetto ai piccoli cambiamenti che si verificano nella nostra vita quotidiana, soprattutto nella comunicazione con l'altro.

5 cambiamenti nel linguaggio che indicano disprezzo

1. Utilizzare un linguaggio autoritario. Cioè, invece di chiedere le cose con dolcezza o con un "per favore", dare semplicemente degli ordini utilizzando frasi come "devi fare..." o "faresti meglio a...". Vale la pena ricordare che tutti in un momento o in un altro, possiamo dare degli nordini, ma in questo caso, lo stile di comunicazione cambia, perché si inizia a percepire di essere migliori del partner e si tenta di sottometterlo.

2. Dare giudizi di valore. Il disprezzo si tende a esprimerlo emettendo giudizi sul valore dell’altra persona. Frasi che trasmettono l'idea che l'altro non è abbastanza capace, non si sforza abbastanza o non è in grado di fare le cose come si deve, sono un segnale di allarme che indica che il disprezzo è entrato nella relazione. A questo proposito, occorre chiarire che queste frasi non sono destinate a motivare l'altra persona a migliorare, ma vogliono semplicemente far notare l'errore disprezzando l’altro.

3. Espressioni generalizzanti. Noi tutti tendiamo a generalizzare quando parliamo, ma se vogliamo evitare una crisi di coppia, è meglio essere più precisi nella nostra comunicazione con il partner. Frasi che includono parole come "sempre", "mai", "ogni volta" e "tutti" si stagliano come nuvole nere all'orizzonte. Alcuni degli esempi più comuni sono: "lasci sempre il coperchio del WC aperto", "non ti ricordi mai di comprare le uova" o "ogni volta che usciamo finisci per rovinare tutto."

4. Attacchi alla persona ignorandone il comportamento. Di fronte a un problema, la persona che disprezza spesso si concentra nell’attaccare l'altro invece di analizzare il problema. Ad esempio, spesso dice: "ti sei completamente dimenticato di me, non ti sopporto più, sei così poco romantico." Quando in realtà sarebbe più corretto dire: "so che hai molte cose per la mente ultimamente, ma io ho bisogno di te, e credo che sarebbe buono passare del tempo insieme." Come potete vedere, la seconda frase non attacca la persona, ma parla del problema e offre una possibile soluzione. In questo modo, la possibilità che l'altro reagisca negativamente viene ridotta al minimo.

5. Ignorare i suoi sentimenti. Quando una persona sminuisce l’altra spesso trascura i suoi sentimenti, li ignora e li minimizza. Ovviamente, questo è il modo più sicuro per scatenare una crisi nel rapporto di coppia dato che uno dei membri si sente incompreso. Espressioni come: "ti lamenti sempre" o "esageri sempre" sono un segnale che stiamo disprezzando l'altro.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Il primo segnale di crisi in una relazione
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons