12 agosto 2014

Schiavi delle nostre mete: Quando gli obiettivi ci intrappolano



Fissare degli obiettivi è un'arte che non tutti dominano alla perfezione. C’è chi pianifica degli obiettivi irraggiungibili e questi terminano per consumare tutte le loro forze ed energie, mentre altri fissano degli obiettivi molto al di sotto del loro potenziale non arrivando così mai ad approfittare di tutte le loro capacità. Tuttavia, anche quando abbiamo fissato gli obiettivi adeguati, corriamo comunque il rischio di essere sopraffatti dagli stessi.

Cosa significa questo?

Prendiamo l'esempio ipotetico di un buon maratoneta. Lui sa che ha le competenze e le capacità necessarie per partecipare alle Olimpiadi e anche di vincere qualche medaglia. Allora, egli pianifica come obiettivo di partecipare e classificarsi nei giochi. A questo proposito, stabilisce un piano di allenamenti quotidiani per prepararsi alle gare.

Fin qui tutto bene, ma questa persona potrebbe arrivare ad ossessionarsi con il suo obiettivo. Potrebbe fare in modo che la sua quotidianità ruoti tutta intorno a questa meta a tal punto da non riuscire a rilassarsi e godere di altro che non sia l’allenamento per prepararsi alla gara. In questo caso, è come se la sua vita fosse stata messa in standby e, anche se il suo obiettivo è realistico ed egli ha buone possibilità di raggiungerlo, sarebbe interessante chiedersi se il costo emotivo che deve pagare per realizzare il suo obiettivo vale davvero la pena.

In realtà, non è difficile diventare vittime dei nostri stessi obiettivi, perché spesso questi ci sembrano così motivanti da agire su di noi come un raggio di luce che ci acceca e non ci permette di vedere tutto ciò che abbiamo intorno. È perfettamente comprensibile che ci sforziamo di raggiungere un obiettivo, soprattutto se sappiamo di avere le capacità per farlo, ma subordinare tutta la nostra vita a questo non è per nulla sano. Fortunatamente c'è un modo per fissare degli obiettivi senza diventarne schiavi.

1. Apprezza pro e contro. Ci sono obiettivi che, a prima vista, possono sembrare molto promettenti, ma quando li analizziamo da una prospettiva più obiettiva, ci rendiamo conto che richiedono un enorme sforzo, tempo e dedizione. Chiedetevi se i benefici che otterrete valgono la pena dello sforzo che dovrete fare. Mentre vi dedicate a questa considerazione, ricordate che l'unica cosa preziosa che avete e che niente e nessuno può restituirvi è il vostro tempo, quello che impiegherete per realizzare il vostro obiettivo. Quindi decidete come spenderlo saggiamente.

2. Non farti ingannare dalla promessa di felicità. Numerosi studi hanno dimostrato che abbiamo una visione distorta della soddisfazione che possono darci le esperienze positive. Questo significa che, quasi sempre pensiamo che quando raggiungiamo l’obiettivo saremo più felici di come sarà in realtà. Tuttavia, ricordate che ciò che conta non è la meta ma il percorso.

3. Scegli la strada giusta. Ci sono molti modi per raggiungere lo stesso obiettivo, scegli quello meno traumatico, anche se prevede un lungo cammino. Se arrivate troppo stanchi alla meta, non avrete voglia o la forza sufficienti per godervi la vittoria. Prima di scegliere la strada da seguire, è consigliabile immaginarvi percorrere questa via tra 3,4 o 5 anni. Come vi immaginate? Se vi intravedete stanchi e soli in futuro, allora fareste meglio a riconsiderare tutti i passi che vi siete preposti per raggiungere il vostro obiettivo.

4. Riconsidera periodicamente gli obiettivi. So che quando abbiamo investito tempo e fatica in un determinato obiettivo ci sentiamo emotivamente attaccati a questo, ma a volte è più saggio dimenticarlo e prenderne in considerazione uno meno ambizioso o semplicemente cambiare il nostro piano d'azione. Ricordate che noi cambiamo e anche il mondo intorno a noi cambia, se ci aggrappiamo ad un obiettivo pianificato in passato potremmo correre il rischio di atrofizzarci.

5. Ricorda chi sei. Può sembrare stupido, ma la verità è che quando gli obiettivi sono molto ambiziosi, ci consumano a tal punto da farci perdere di vista anche chi siamo. Ricordate che voi non siete il vostro obiettivo, non varrete di più o di meno tanto se lo realizzate che se fallite. Soprattutto, ricordate sempre che siete una persona che ha anche altre esigenze, aspirazioni e sogni.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Schiavi delle nostre mete: Quando gli obiettivi ci intrappolano
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons