29 agosto 2014

Moralisti alla mattina e bugiardi alla sera



Qualche anno fa venne alla luce uno studio condotto dall'Università del Massachusetts in base al quale, se si danno le condizioni giuste, la maggior parte delle persone sono in grado di mentire almeno tre volte in meno di dieci minuti davanti a un perfetto sconosciuto.

Ad ogni modo, è importante non fermarci alle statistiche, che dopo tutto rappresentano solo un numero, e arrivare a chiederci perché mentiamo. In questo senso, un curioso esperimento condotto da alcuni ricercatori delle università di Harvard e dello Utah, indica che uno dei fattori determinanti della menzogna è l’auto-controllo. Per questo motivo tendiamo a mentire di più la sera che al mattino.

Questi ricercatori hanno studiato il comportamento etico e si sono resi conto che le persone erano portate a mentire di più negli esperimenti che venivano sviluppati al pomeriggio e così, senza pensarci due volte, hanno deciso di scoprire il perché.

A questo proposito, è stato reclutato un gruppo di studenti che venne invitato a vedere una serie di immagini che contenevano degli schemi formati da dei punti. Ogni volta, gli studenti dovevano indicare se ci fossero più punti nella parte superiore sinistra dell’immagine o su quella a destra. È interessante notare che i partecipanti non venivano pagati per le risposte corrette, ma ricevevano del denaro ogni 10 risposte che indicavano l'area superiore a destra. In questo modo i ricercatori hanno fatto sì che i volontari avessero una motivazione economica per mentire e scegliere la destra invece della sinistra. Che cosa è successo?

Le persone che hanno preso parte all'esperimento del mattino mentivano di meno, ma quelli che partecipavano a quello della sera tendevano a mentire di più per ottenere il denaro. I ricercatori hanno chiamato questo fenomeno: "effetto della moralità mattutina."

Ma non finisce qui. I ricercatori hanno anche chiesto alle persone di completare una serie di parole, come ad esempio: _ _ RAL. Curiosamente, alla mattina gli studenti tendevano a riempire gli spazi vuoti con parole come “moral” (morale) mentre nel pomeriggio si riscontrava un uso maggiore di parole come “coral” (corallo).

I ricercatori ritengono che questo fenomeno sia dovuto alla stanchezza che ci fa perdere l'autocontrollo. In realtà, non è la prima volta che uno studio dimostra che quando siamo stanchi il nostro auto-controllo ne risente e adottiamo atteggiamenti più auto-indulgenti e permissivi. Pertanto, non sarebbe irragionevole pensare che la stanchezza sia un fattore che dobbiamo considerare quando analizziamo il perché le persone mentono.

La lezione da imparare è che se si sta cercando la verità, è più probabile trovarla alla mattina.

Fonte:

Kouchaki, M. & Smith, I. H. (2013) The Morning Morality Effect. The Influence of Time of Day on Unethical Behavior. Psychological Science.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Moralisti alla mattina e bugiardi alla sera
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons