6 agosto 2014

False speranze per le persone con problemi mentali



Tra i medici c'è un consenso tacito e specifico in merito al fatto che non si dovrebbe mai dare false speranze ai pazienti. Ma cosa avviene nel caso delle persone con problemi di salute mentale? Offrire loro una visione ottimistica potrebbe avere un effetto placebo per aiutarli ad affrontare i loro problemi? Una diagnosi positiva potrebbe essere parte di un trattamento o serve solo a prolungare la loro sofferenza e quella delle loro famiglie?

Bene, queste sono le stesse domande che si posero gli psicologi del Sunnybrook Health Sciences Center, in Canada. In primo luogo, i ricercatori si sono concentrati sulle illusioni positive delle persone apparentemente sane. Così è stato notato che si tende a guardare al futuro con un ottimismo che potremmo definire come irrealistico, pensando di avere un forte controllo sull'ambiente circostante, quando in realtà non lo si ha. Questa visione è una sorta di meccanismo di difesa che ci permette di affrontare l'incertezza e la fragilità della nostra esistenza.

Tuttavia, i ricercatori hanno anche scoperto che queste speranze e le illusioni positive non sono presenti nelle persone che soffrono di problemi psicologici come la depressione e l'ansia. Pertanto si sono chiesti se infondere un po' di speranza in queste persone avrebbe degli effetti positivi durante il trattamento.

Senza pensarci due volte, si misero al lavoro giungendo alla conclusione che in alcuni casi, dare una speranza ai pazienti li aiutava a recuperarsi. In particolare, gli psicologi riferiscono di due casi:

1. Una donna di 38 anni con diagnosi di schizofrenia, resistente ai trattamenti e con vari tentativi di suicidio alle spalle. In questo caso, gli psicologi erano convinti che le possibilità di recupero fossero praticamente nulle, ma dal momento che l'alternativa era un nuovo tentativo di suicidio che forse questa volta avrebbe avuto successo, hanno deciso di darle delle false speranze e ora questa donna è migliorata moltissimo.

2. Una donna di 50 anni che soffriva di stress post traumatico, la quale mostrava gravi difficoltà a relazionarsi e aveva anch’essa diversi tentativi di suicidio alle spalle. Anche in questo caso, gli psicologi pensavano che se gli avessero offerto una speranza questa non avrebbe avuto nulla da perdere. In questo caso, la donna ha recuperato quasi completamente le sue facoltà ed è ritornata alla sua vita normale, dopo essere stata sottoposta ad anni di trattamenti totalmente inutili.

Quali conclusioni possiamo trarre?

Non possiamo prendere una posizione netta. Gli psicologi sanno che ogni caso è unico e richiede un intervento personalizzato. Infatti, le false speranze servono fondamentalmente per infondere fiducia nelle capacità del paziente e per stimolarlo ad accettare il trattamento. Ed entrambi sono elementi essenziali per il suo recupero, soprattutto dal punto di vista psicologico.

Ovviamente, i casi che segnalano questi psicologi potrebbero essere descritti come "disperati" e sappiamo che in condizioni eccezionali, è necessaria una soluzione eccezionale.

Sicuramente, dare speranza ai pazienti può essere una strategia terapeutica, ed è molto più efficace che lasciarli languire nella foschia della loro mente. Tuttavia, è anche necessario usare buon senso e sapere quando fermarsi.

In aggiunta, ci sono diversi modi per trasmettere speranza. Una cosa è dire che la persona può migliorare e tutt’altra che avrà una vita normale, una cosa è infondere fiducia e coraggio e un'altra creare delle aspettative completamente irrealistiche.


Fonte:
Dembo, J.S. & Clemens, N.A. (2013) The ethics of providing hope in psychotherapy. Journal of Psychiatric Practice; 19(4): 316-322. 

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

False speranze per le persone con problemi mentali
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons