25 luglio 2014

Come scusarsi in modo adeguato



Vi è mai capitato di affrontare una persona con l’intenzione di scusarvi e avete terminato arrabbiandovi, addirittura scontrandovi duramente? Se vi è accaduto non vi preoccupate, non siete i soli. Penso che a tutti, almeno una volta nella vita, sia accaduto qualcosa di simile.

Perché accade ciò? Solo perché non ci scusiamo correttamente

A scuola ci hanno insegnato la matematica e la geografia, ma l'intelligenza emotiva è una materia che non va ancora di moda. In realtà, ciò che sappiamo in materia, lo abbiamo appreso attraverso tentativi ed errori. Come si fa allora a scusarsi correttamente?

1. Assumendo la responsabilità. Se hai fatto qualcosa di sbagliato e gran parte della responsabilità ricade sulle tue spalle, non avanzare delle scuse, basta con il riconoscere il tuo errore. Dal momento che probabilmente avremo ferito una persona (forse involontariamente), è normale che questa sperimenti qualche risentimento o che almeno abbia delle riserve su di noi. Così sarebbe ideale iniziare la conversazione riconoscendo la nostra parte di responsabilità, perché in questo modo faremo abbassare le difese dell’altro e lo renderemo positivamente predisposto ad ascoltare ciò che vogliamo dire.

2. Essendo trasparenti. Non cercate delle scuse, comunicate le vere ragioni che vi hanno portato ad agire in un certo modo. Può essere che avete agito condizionati da uno stereotipo, non è davvero così importante qual era l'errore fatto ma piuttosto che ci rendiamo conto di questo e che vogliamo risolvere il problema. Ricorda che errare è umano.

3. Usando le parole giuste. Quando si va a chiedere scusa, non è saggio usare un linguaggio impersonale ma è meglio parlare sempre in prima persona. Evitate frasi come "tutti possono sbagliare" o "tutto accade per una ragione." Questo modo di parlare indica che, in fondo, non si crede o non si accetta pienamente la responsabilità per quanto accaduto. E l'altra persona se ne accorgerà. Invece, basta dire che si voleva chiedere scusa per il proprio comportamento.

4. Mostrando i vostri sentimenti. Potete recitare un discorso perfetto, degno dei migliori oratori, ma se non riuscite a mostrare che siete veramente dispiaciuti, probabilmente non servirà a nulla. Ricordate sempre che la nostra comunicazione non verbale dice di noi molto più delle parole. Quindi, se siete veramente dispiaciuti, lasciate che le vostre emozioni fluiscano. Il fatto che l'altra persona le percepisca non ci renderà più deboli, ma più sinceri e affidabili.

5. Lasciando la porta aperta. Solo perché ci si scusa non sempre significa che l'altra persona ci perdonerà. Forse conserva un poco di rancore e ha bisogno di tempo per curare la sua ferita. Lasciate aperta la porta, fatele sapere che la si capisce e che saremo disponibili quando sarà il momento. Infine, ringraziatela per avervi ascoltato.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Come scusarsi in modo adeguato
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons