13 luglio 2014

Come le etichette cambiano il comportamento



Normalmente pensiamo che i nostri occhi non ci ingannino, ma la verità è che la nostra percezione del mondo che ci circonda è molto meno oggettiva di quanto siamo disposti ad accettare. Un interessante studio condotto presso la Cornell University interviene a dimostrare definitivamente che le cose non sono come sembrano e che il modo in cui attribuiamo un nome agli oggetti è così importante che può influenzare il nostro comportamento.

L'industria tende a etichettare i prodotti alimentari in base alle dimensioni delle porzioni. Abbiamo quindi delle porzioni piccole, medie, grandi o extra large. Ebbene, questi ricercatori si sono chiesti se il modo in cui si denominano le porzioni può influenzare quanto ne mangiamo. Senza pensarci due volte si sono messi al lavoro.

Gli sperimentatori si sono così accordati con alcuni degli addetti di una delle mense di un campus universitario perché questi cambiassero le etichette di alcuni alimenti. In alcuni casi le porzioni piccole venivano etichettate come molto piccole mentre le grandi come normali. Cioè, la quantità di alimenti rimaneva invariata, ma si sostituirono le etichette facendo credere che si trattava di porzioni più piccole. In altri casi, le porzioni più piccole venivano etichettate come normali e le grandi come extra large. Cioè, la quantità di cibo restava la stessa, ma si faceva credere agli studenti che le porzioni erano più grandi.

Il primo esperimento tendeva ad analizzare quanto propense fossero le persone a pagare del denaro per acquistare una porzione di cibo più grande. In questo esperimento parteciparono 45 persone alle quali vennero dati 15 dollari ciascuno che potevano spendere per il pasto.

La cosa divertente fu proprio che, a quanto pare, la gente non considerava le porzioni di cibo che aveva davanti ma si limitava a leggere le etichette. Pertanto, tutti coloro che avevano ricevuto una porzione di cibo piccola erano disposti a pagare per raddoppiarla.

I ricercatori hanno fatto un ulteriore passo in avanti con il secondo esperimento. Questa volta hanno reclutato 134 persone e hanno chiesto loro di mangiare quello che avevano ordinato. In questo caso, il dato interessante era che la gente mangiava di meno e lasciava del cibo nel piatto quando le porzioni erano etichettate come extra large, ma in realtà non lo erano. Al contrario, quelli che avevano ricevuto delle porzioni extra large etichettate come normali, tendevano a consumare tutto il cibo.

Quali conclusioni possiamo trarre?

Non è la prima volta che un simile esperimento viene fatto con il cibo. Nel passato, diversi studi hanno stabilito che la sazietà o la fame in realtà non sono determinate semplicemente dalla quantità di cibo che mangiamo, ma anche da una serie di segnali visivi. Ad esempio, sappiamo che se mangiamo in un piatto piccolo, tendiamo a sentirci più soddisfatti rispetto a quando mangiamo la stessa porzione di cibo servita in un piatto più grande. Nel corso di un altro studio, nel quale attraverso un ingegnoso meccanismo si continuava a riempire il piatto da sotto il tavolo, si è riscontrato che le persone arrivavano a mangiare il 73% di zuppa in più prima di sentirsi sazi.

Questa volta, l'esperimento di David R. Just e Brian Wansink, ci indica che conta non solo ciò che vediamo, ma anche l’etichetta che lo descrive. Questo dimostra che la prossima volta che si acquista del cibo si dovrebbe stare meno attenti alle etichette che lo descrivono e prestare più attenzione alla quantità effettiva.

Fonte:

Just, D. R. & Wansik, B. (2013) One man’s tall is another man’s small: How the framing portion size influences food choice. Health Economics.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Come le etichette cambiano il comportamento
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons