27 luglio 2014

10 film a sfondo psicologico assolutamente imperdibili



Sono una cinefila incallita, davvero senza rimedio. Ogni volta che ho un paio di ore libere, mi piace prepararmi una tazza di cioccolata calda, mi stendo sul divano e mi guardo un bel film. Confesso che preferisco farlo durante il giorno, perché alla sera la sonnolenza mi gioca dei brutti scherzi facendomi perdere molti dettagli.

Dato che recentemente ho parlato di 7 libri di Psicologia che, a mio parere, sono perfetti per entrare in questa scienza, ora vorrei raccomandarvi alcuni dei miei film preferiti che mi sembrano perfetti per scoprire i segreti della mente umana.

Riconosco che alcuni di questi film a sfondo psicologico non potevano sfuggire a determinati cliché, mentre altri sono semplicemente dei film cult. Ce né un po’ per tutti i gusti. Spero che vi piacciano.

1. Instinct (1999). Con Anthony Hopkins e Cuba Gooding Jr. come co-protagonista, non poteva non generare grandi aspettative e devo dire che questo film le soddisfa pienamente tutte. Cuba Gooding Jr. è un giovane e promettente psichiatra che cerca di scavare in profondità nei segreti della mente di un antropologo (Anthony Hopkins) che è stato accusato di aver ucciso e ferito alcuni ranger durante la sua permanenza in Africa. Tuttavia, ciò che sembrava essere un semplice esame di routine in una prigione, diventa un viaggio nei meandri più oscuri della nostra società, dove viene messo in discussione il nostro desiderio di potere e di controllo. Un film che non lascia indifferenti, soprattutto per le domande che genera.

2. A Beautiful Mind (2001). Preceduto dall’omonimo romanzo di Sylvia Nasar che è stato nominato per un Premio Pulitzer, anche questa volta il film no è stato di meno. Infatti, ha vinto l'oscar per il miglior film insieme ad altre tre meritate statuette. Russell Crowe interpreta John Forbes Nash, Premio Nobel per l'Economia e schizofrenico. Il film è un affascinante viaggio nei misteri di questa malattia, grazie al quale se ne intravedono le fasi più oscure, ma è anche un inno alla speranza e, alla fine, cerca di togliere alla schizofrenia quell’alone negativo che gli viene attribuito nella nostra società.

3. K-Pax (2001). Ci sono film che non mi stanco mai di rivedere e questo è uno di loro, forse perché tutti noi che siamo stati così vicini alla malattia mentale ci siamo chiesti più di una volta qual è la "realtà". Questo è precisamente il tema del film: Kevin Spacey, che interpreta un paziente apparentemente affetto da una sorta di psicosi, dice di essere venuto da un altro pianeta e, che presto, abbandonerà la Terra per tornare nella sua galassia. Jeff Bridges, lo psichiatra, prova di tutto per fargli prendere contatto con la realtà, ma mentre si occupa del suo trattamento all'interno dell'ospedale psichiatrico, le sue convinzioni cominciano a vacillare.

4. Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975). Con Jack Nicholson nel ruolo di protagonista, supportato da un ottimo Danny DeVito e una impeccabile Louise Fletcher; non mi sorprende che questo film sia stato il secondo ad ottenere i cinque premi più importanti della Academy. All’inizio il ritmo è un poco lento, ma poi si trasforma in un crescendo di emozioni. Quasi tutto il film si svolge all’interno di un ospedale psichiatrico nel quale Jack Nicholson è stato richiuso per valutare se sia veramente un malato mentale o se finge; dettaglio importante dal momento che è stato accusato di stupro. Grazie alla trama, divertente e straziante allo stesso tempo, abbiamo l’opportunità di immergerci nei conflitti quotidiani che si svolgono all’interno di un qualsiasi istituto psichiatrico. Jack Nicholson è uno spirito libero che ha ceduto alla pressione di regole inflessibili o soffre realmente di un disturbo psichiatrico?

5. Il cigno nero (2010). Interpretato da Natalie Portman (la quale ha vinto l'oscar come miglior attrice), Mila Kunis e Vincent Cassel, questo è uno di quei film che si odiano o si amano, non c'è via di mezzo, come per tutti i film di Darren Aronofsky. Stremato dalle pressioni a cui è sottoposta a causa della sua carriera come ballerina e dalla concorrenza di Mila Kunis, Natalie Portman comincia a percepire che la sua forza fisica e mentale vanno scemando mentre il suo lato oscuro comincia ad emergere fino a quando non subisce una vera e propria crisi psicotica.

6. Experiment (2001). Questo film tedesco è basato sul famoso esperimento realizzato in una prigione ad opera del Dr. Zimbardo nei primi anni '70. Si tratta di un film imprescindibile grazie al quale si possono vedere con precisione assoluta i cambiamenti che si verificano all'interno delle persone: i prigionieri e le guardie. Il rapporto che si stabilisce tra di loro ci induce a riflettere sui ruoli sociali, le norme e la natura degli esseri umani.

7. Will Hunting, Genio Ribelle (1997). Questo film si presenta con un curriculum di tutto rispetto: 9 nomination agli Oscar e, come se non bastasse, tra i protagonisti troviamo Matt Damon, Ben Affleck e Robin Williams. Matt Damon è un giovane brillante che appartiene alla classe bassa e operaia dei sobborghi di Boston,  il quale spreca il suo talento per la matematica lavorando come impiegato delle pulizie all’università. Un giorno risolve di nascosto un problema matematico molto complesso e l’insegnante dopo averlo scoperto lo prende sotto la sua tutela. Tuttavia, quando il giovane irrequieto si trova di fronte alla possibilità di tornare in prigione, viene costretto ad andare da Robin Williams, uno psichiatra molto peculiare che riesce a trovare il modo migliore per fare breccia nel cuore del giovane riuscendo a risolvere i suoi conflitti interiori. La cosa interessante è che neppure lo psichiatra è libero da fantasmi e grazie a questo inusuale rapporto terapeutico, questi cominciano ad emergere.

8. Ragazze Interrotte (1999). Questo film ha un cast eccezionale, nel quale incontriamo Winona Ryder, Whoopi Goldberg, Brittany Murphy e Angelina Jolie, la quale ha vinto un oscar come migliore attrice non protagonista. Nel film si possono incontrare i vari disturbi psichiatrici, dalla bulimia alla sociopatia, per non parlare di una grave depressione e del disturbo di personalità borderline. Tuttavia, il dettaglio più interessante è che il film è basato nelle memorie di Susanna Kaysen, una paziente di un ospedale psichiatrico negli anni '60, periodo storico al quale il film fa riferimento.

9. Shutter Island (2010). Diretto da Martin Scorsese e interpretato da Leonardo DiCaprio, è uno di quei film che si odiano o si amano, ma per saperlo, si deve guardare attentamente fino alla fine. Nel film, Leonardo DiCaprio raggiunge un'isola sulla quale c'è un centro psichiatrico per indagare su di un presunto omicidio, ma nella stessa misura che la trama si sviluppa, tutto si complica e, i ricordi del passato riaffiorano alla mente del poliziotto facendogli prendere coscienza dell’omicidio che ha commesso. Tuttavia, DiCaprio si rifiuta di accettare la sua parte di responsabilità e scaccia ciò che considera essere solo dei sogni inquietanti. A un certo punto, il film diventa prevedibile, ma vi consiglio di non abbandonarlo, perché l’ultima scena vi ripagherà di tutto il tempo passato.

10. Il silenzio degli innocenti (1991). Normalmente non mi piacciono le trame violente, ma se parlando di film a sfondo psicologico ometto questo titolo rischio seriamente il linciaggio. Infatti, io stessa ho ceduto all'attrazione esercitata dagli attori principali che sono Jodie Foster e Anthony Hopkins; quest'ultimo è uno psichiatra molto intelligente che ora si trova in carcere, al quale ricorre Jodie Foster per chiedergli di aiutarla a catturare un pericoloso assassino seriale. Forse è superfluo sottolineare che è stato il terzo film a conquistare i cinque premi principali della Academy.

Se conosce altri titoli interessanti potete suggerirli!

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

10 film a sfondo psicologico assolutamente imperdibili
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

2 commmenti

Mi sento in dovere di citare un film famosissimo che rientra nella categoria di film a sfondo psicologico e che mi aspettavo di trovare nella lista: Psycho del grande Hitchcock.
Colgo l'occasione per congratularmi con lei per questo sito web, l'ho scoperto da poco ma è stato amore a prima vista. Complimenti!

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons