10 marzo 2014

La fissazione: Creatività e fantasia


Molte volte ci scervelliamo cercando di trovare una soluzione improbabile quando in realtà la risposta è proprio sotto i nostri occhi. Il problema è che noi non la vediamo, non siamo in grado di riadattare tutti i pezzi del mosaico nel modo giusto. In psicologia questo è noto come "fissazione funzionale".

La fissazione funzionale è quando siamo così abituati a immaginare l’utilizzo di un oggetto o una situazione in un certo modo che non possiamo uscire da quello schema preciso. Ad esempio, se vi chiedete come si potrebbe usare un cucchiaio probabilmente la prima risposta che viene in mente è per mangiare. Ed è vero, perché è proprio quello che fate ogni giorno con questo strumento. Solo quando vi sforzate un poco di più riuscite a intravedere altre caratteristiche, al di là del significato che gli avete dato per anni. Questo significa trovare delle soluzioni creative che potrebbero aiutarci ad uscire dai modi di pensare tradizionali e dai significati prestabiliti per permettere alla nostra immaginazione e alla fantasia di fare il resto.

Per valutare la vostra fissazione funzionale vi invito a provare a risolvere il problema di seguito:

Hai due anelli in acciaio e il tuo obiettivo è quello di unirli. Per farlo hai a disposizione una grande candela, una scatola di fiammiferi e un coltello. Cosa fai?

Bene, il problema chiave è quello di ricordarsi che all'interno della candela c’è una cordicina (lo stoppino). Utilizzando il coltello puoi rompere la candela ed estrarre questa corda con la quale legare i due anelli. Naturalmente, individuare questa soluzione è  difficile perché appena sentiamo le parole “fiammiferi” e “Candela”, pensiamo automaticamente ad accendere la candela con i fiammiferi.

Fortunatamente, c'è un modo semplice per sfuggire all'impostazione funzionale e, consiste nel suddividere il problema in diverse parti. Ad esempio, nel problema menzionato sopra, sarebbe stato sufficiente rendersi conto che la candela è composta da cera e stoppino. A questo punto, probabilmente avreste avuto l'intuizione.

Ora forse ti stai chiedendo se questa strategia per creare soluzioni originali si applica anche alla vita pratica di tutti i giorni e non solo a problemi con anelli e candele. La risposta è sì. Non importa qual è il problema che devi affrontare, si dovrebbe sempre suddividere questo in tanti altri piccoli problemi, perché così sarà più facile da risolversi in quanto sarà più facile individuare le relazioni tra le diverse parti che prima passavano inosservate.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

La fissazione: Creatività e fantasia
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons