6 dicembre 2013

Vincere la depressione con il botulino

Le iniezioni di botulino sono una forma rapida di eliminare le rughe e dare al nostro volto un aspetto più giovane. Tuttavia, quando si abusa del botulino il risultato sono quei volti paralizzati ed inespressivi che sembrano di plastica. Questo avviene perché il botulino è una neurotossina molto potente che, in dosi molto piccole, paralizza i muscoli della zona dove viene iniettato.

Infatti, in passato si è realizzato uno studio nel quale si è dimostrato che il botulino riduce la nostra capacità di provare emozioni. La ragione è molto semplice: il nostro cervello regola le risposte emotive basandosi in diversi fattori e uno di questi sono i movimenti dei muscoli del volto. Se questi movimenti non avvengono, il nostro cervello perde una fonte di retro alimentazione.

Ad ogni modo, oltre agli aspetti negativi che possono venire associati alle dosi eccessive di botulino, si è anche dimostrato che questo trattamento di bellezza può risultare utile per alleviare i sintomi di altre patologie come ad esempio l’emicrania.

Ora, uno studio sviluppato dall’Università di Basilea, fa luce su un nuovo effetto del botulino: aiuta a vincere la depressione. Il gruppo di ricercatori afferma che grazie alla paralisi della zona tra le sopracciglia, si migliorano significativamente i sintomi della depressione.

Lo studio in questione ha coinvolto 30 persone che soffrivano di depressione maggiore e non rispondevano ai trattamenti farmacologici antidepressivi tradizionali. Tra queste, 15 ricevettero alcune dosi (cinque iniezioni) di botulino, mentre le altre solo un placebo (iniezioni di soluzione salina).
http://www.lulu.com/content/e-book/combattere-la-depressione/16309165

Sei settimane più tardi vennero valutati i sintomi depressivi e così i ricercatori poterono riscontrare che chi ricevette le iniezioni di botulino sperimentava una riduzione del 47% dei sintomi della depressione. Al contrario, chi ricevette il placebo sperimentò solo una riduzione del 9% dei sintomi. Interessante che, questo effetto positivo si mantenne inalterato per tutte le 16 settimane della durata dell’esperimento.

Come si spiegano questi risultati?

Da una parte, sappiamo che i muscoli facciali sono essenziali nel trasmettere ciò che sentiamo agli altri ma anche per sperimentare noi stessi le emozioni. Il meccanismo sarebbe il seguente: ci accade qualcosa e noi ci rattristiamo. Questa tristezza si manifesta attraverso il nostro volto. Il cervello percepisce questi cambiamenti e comprende che siamo tristi. Allora rafforza la tristezza, come se si trattasse di un circolo vizioso. Se rompiamo questo circolo in alcuni dei suoi punti, è logico pensare che i sintomi diverranno meno gravi. Precisamente ciò che fa il botulino.

Ovviamente, il botulino non può eliminare la depressione completamente e neppure curarla nel tempo, ma può rappresentare un alternativa agli psicofarmaci tradizionali per continuare in seguito con la psicoterapia.

Fonte:
Wollmer, M. A. et. Al. (2012) Facing depression with botulinum toxin: a randomized controlled trial.Journal of Psychiatric Research; 46 (5): 574-81. 

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Vincere la depressione con il botulino
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons