7 novembre 2013

Twitter: Come fare in modo di diffondere la tua storia

Twitter è uno strumento fantastico non solo per conoscere nuovi amici ma anche per promozionare le aziende e le proprie idee. Infatti, si sa che è la rete sociale più utilizzata dai leader mondiali e che le aziende possono ottenere fino al 50% in più di clienti potenziali utilizzandolo. Tuttavia, chi ha già utilizzato Twitter sa anche quanto sia difficile diffondere links e storie attraverso di questo dato che il flusso delle informazioni è costante e la maggior parte delle stesse non vengono percepite. Allora … Come fare in modo che il nostro messaggio o le nostre idee vengano diffuse via Twitter?

Dan Zarella ha realizzato uno studio molto interessante denominato: “The Science of ReTweets”, nel quale paragona una serie di tweets scritti a caso e il numero delle volte che vengono condivisi. Così, ha analizzato ne più e ne meno che 10 milioni di tweets e altri 40 milioni che sono stati rinviati.

Queste sono le conclusioni:

- I tweet che contengono links hanno 4 volte più possibilità di venire condivisi
- Alcune parole sono più attraenti di altre:

1.Tu
2. Twitter
3. Per favore
4. Retweet
5. Post
6. Blog
7. Social
8. Gratis
9. Media
10. Aiuto
11. Per favore rinvia
12. Grande
13. Rete sociale
14. 10
15. Segui
16. Come
17. Più importante
18. Blog Post
19. Controlla
20. Nuovo post nel Blog

A questo proposito si possono trarre alcune conclusioni. La prima è che quando i messaggi sono inviati direttamente alle persone (includendo il “tu”) hanno maggiori probabilità di essere condivisi. La seconda ci indica che i contenuti virali continuano ad essere attraenti (si evince dalle parole “top 10” o “come”). Finalmente, si può anche riscontrare che l’appello alla generosità degli altri è una strategia da non scartare (lo fanno capire le parole come “per favore” o “rinviare” che suggeriscono di condividere il messaggio).


Proprio all’estremo opposto, scopriamo che alcune parole sono meno attraenti e, così, i messaggi che le includono non avranno molte possibilità di essere condivisi. Questo è il caso di:


1. Gioco
2. Andare, andando, vado
3.
Hahaha
4. Lol
5.
Ma
6. Guardando, osservando
7.
Lavoro
8. Casa
9. Notte
10. Letto
11. Bene
12. Dormire
13. Vado a
14. Ciao
15. Domani
16. Stanco
17.
Alcuni
18. Di nuovo/Indietro
19. Annoiato
20. Ascoltando

Come avrete notato, queste parole indicano degli stati: cioè, attività quotidiane che le persone realizzano come andare a letto o altri stati d’animo. Ovviamente, questi messaggi non risultano interessanti.

- I contenuti con parole più lunghe (che indicano complessità e maggior livello di educazione) sono i più condivisi.
- Il contenuto del tweet deve rappresentare una novità.

- I tweet più condivisi includono più segni di punteggiatura, tra i quali si trovano i due punti, il punto e il segno esclamativo. Il punto e virgola invece viene evitato come la peste.


Tuttavia, questo non è stato l’unico studio realizzato relativamente ai tweet. Un gruppo di scienziati del Palo Alto Research Center ha analizzato 1,77 milioni di tweet selezionati a caso e inviati nello stesso giorno così come altri 73,9 milioni di tweet inviati nell’arco di tempo di due mesi.

La prima conclusione che si è evidenziata è che dei primi solo il 14% erano retweets (rinvii). Questo ci rende l’idea di quanto difficile sia diffondere un messaggio o idea con Twitter.

La seconda scoperta fu che il 2,2% dei messaggi aveva ottenuto di essere rinviato almeno una volta ma che nessuno venne condiviso più di 20 volte. Questo rafforza l’idea che le probabilità di venire condivisi sono molto basse.

Questo studio ha anche mostrato che i tweets con un hashtag (quei temi che non sono altro che caratteri preceduti da #) hanno il doppio di possibilità di venire condivisi.

Fonti:
Suh, B.; Hong, L.; Pirolli, P. & Chi, E. H. (2010) Want to be Retweeted? Large Scale Analytics on Factors Impacting Retweet in Twitter Network. Proceeding SocialCom ’10. Second International Conference on Social Computing; 177-184.
Zarella, D. (2009) The science of ReTweets. En: Dan Zarella.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Twitter: Come fare in modo di diffondere la tua storia
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons