13 settembre 2013

La fortuna: Perché a qualcuno sì e ad altri no?

Grandi linee si potrebbe dire che esistono due tipi di persone: quelle che credono nella fortuna (e quasi sempre sono amareggiate) e quelle che credono nelle loro proprie opportunità. Queste ultime tendono ad essere aperte a tutte le opzioni, valutano tutti i percorsi immaginabili che possono seguire e, se le cose non vanno come speravano, si alzano, si scrollano di dosso la delusione e proseguono cercando nuove opportunità. Ovviamente, questo modo di considerare la fortuna gli permette di essere molto più felici e raggiungere i loro obiettivi.

La fortuna è difficile da studiarsi ma Elizabeth Williams Nutt, professore di Psicologia all’Università di St. Mary nel Maryland, ha scoperto che le persone “fortunate” hanno alcune caratteristiche essenziali in comune: approfittano delle opportunità, sono competenti, hanno fiducia in loro stesse e accettano i rischi. Un altro dettaglio importante è che queste persone tendono ad avere a disposizione un buon sistema di appoggio intorno a loro.

D’altra parte, Richard Wiseman, ha scoperto che le persone fortunate hanno una personalità molto estroversa. Questo significa che queste persone sono più propense ad avere incontri occasionali, conoscere gente nuova e avere un vasto gruppo di amici e conoscenti. Allo stesso modo, queste persone risultano meno nevrotiche, ciò indica che vivono meno stati negativi come: ansia, ira, colpa e depressione.

Questo psicologo ha realizzato un esperimento molto interessante nel quale ha messo del denaro sul pavimento perché le persone lo trovassero per caso. Sia le persone che si consideravano fortunate che quelle che si credevano sfortunate raccolsero il denaro, solo che le prime, appena raccolto, si dirigevano alla macchina del caffè e iniziavano un’animata conversazione con uno dei ricercatori, mentre che quelle che si consideravano sfortunate, raccolsero il denaro senza mostrare alcuna allegria e se ne andarono subito.

Cosa significa questo?

Che probabilmente neppure questo incontro “fortuito” di denaro ha cambiato la convinzione di chi si considera sfortunato. In altre parole, siamo così chiusi nella visione che abbiamo di noi stessi che neppure i segnali esterni ci fanno cambiare idea.

Insomma, forse dovremmo cambiare il concetto che abbiamo della fortuna. Smettere di pensare che sia qualcosa fuori di noi e iniziare a immaginare che la fortuna è anche un atteggiamento che dobbiamo mostrare di fronte alla vita.

Fortunatamente Wiseman ci da alcuni consigli per “attrarre la fortuna”:

- Rompete la rutine: conoscete persone nuove, intraprendete percorsi diversi per giungere agli stessi luoghi e apritevi alle opportunità, anche quando sono sconosciute.

- Trasformate ciò che è negativo in positivo: se qualcosa va storto, pensate che avrebbe potuto andare peggio e cercate di ottenere il meglio da questa esperienza, anche se vi servirà solo da lezione per il futuro.

- Seguite il vostro istinto: molte volte è l’istinto che ci porta a prendere le migliori decisioni, così, dovremmo imparare ad ascoltarlo meglio.

- Pianificate degli obiettivi importanti ma raggiungibili: stabilite degli obiettivi importanti che richiedono sforzi e perseveranza ma che possiate realmente raggiungere. Mettere il traguardo più in là a volte e tutto ciò di cui si ha bisogno per avere fortuna.

Fonti:
Wiseman, R. & Watt, C. (2004) Measuring superstitious belief: why lucky charms matter. Personality and Individual Differences; 37(8): 1533-1541.
Williams, E. N. (1998) Perceptions of serendipity: Career paths of prominent academic women in counseling psychology. Journal of Counseling Psychology; 45(4): 379-389.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

La fortuna: Perché a qualcuno sì e ad altri no?
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons