6 agosto 2013

Produttività: cinque idee pratiche

Fermati un secondo a pensare a tutto ciò che hai fatto durante il giorno. Forse ti verranno alla mente due o tre cose e niente più. E il resto della giornata? Cosa abbiamo fatto? Probabilmente lo abbiamo impiegato a realizzare delle attività insignificanti al fine della realizzazione dei nostri obiettivi nella vita.

Queste attività insignificanti devono sì essere realizzate, ma dovremmo fare in modo che occupino un posto meno importante nella nostra vita e, cosa ancora più importante, non devono occupare tanto tempo così da permetterci di dedicarci alle attività davvero significative.

Bene. Qui di seguito vi lascio cinque consigli pratici per evitare che queste attività quotidiane interferiscano eccessivamente nella nostra produttività:

1. Applica la regola dei 2 minuti. Cioè; se ti trovi davanti ad un’attività che può interrompere il flusso del tuo lavoro, pensa al modo in cui puoi realizzarla in soli due minuti. Se puoi, la termini e te ne dimentichi, altrimenti la metti in una lista di priorità e torni al lavoro. Sarai sorpreso di vedere come aumenta la tua produttività con il solo applicare questa semplice regola.

2. Fai una lista delle priorità che includa le attività insignificanti. Il problema delle attività insignificanti è che ognuna di esse sembra semplice di per se, ma messe tutte insieme si trasformano in una montagna di lavoro considerevole. Così la scelta giusta è di inserirle tutte in una lista delle priorità.

3. Elimina tutte le attività che non sono importanti. In alcune occasioni, forse a causa della fretta, non ci soffermiamo a valutare se queste attività sono davvero imprescindibili o se dobbiamo proprio realizzarle noi. Una volta che abbiamo fatto la lista, sarà molto più semplice scartare tutte le attività meno importanti. Vedrai quanto tempo recupererai.

4. Comprimi le attività meno importanti. Cioè; valuta quali di queste sono simili tra loro tanto da realizzarle insieme; è ciò che nel linguaggio popolare si definisce: “prendere due piccioni con una fava”. Questo è uno dei benefici derivanti dal rimandare le attività meno importanti così da ottimizzare l’impiego del tempo.

5. Dedicati alle attività meno importanti quando sei meno produttivo. Normalmente questo tipo di attività è molto semplice e non richiede una grande concentrazione. Una buona idea è quella di concentrare buona parte di queste attività per realizzarle nel momento in cui sappiamo di essere meno produttivi. In questo modo ti resterà più tempo durante il giorno per le attività più importanti. Va comunque detto che queste attività non dovrebbero essere relegate al tempo libero ma piuttosto a quelle ore nelle quali siamo meno produttivi sul lavoro.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Produttività: cinque idee pratiche
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons