18 aprile 2013

Vivere con una persona drammatica


Ricevi una chiamata alle 9 del mattino, è una tua amica (o moglie, compagna) che ti racconta di essersi svegliata con i capelli in condizioni orribili (anche se sai che non è così), che ha trovato una coda impressionante sulla strada per l’ufficio (ma alla fine è arrivata in tempo) e che tra poco avrà un incontro con l’odioso capo (anche se a volte ti chiedi come faccia il capo a sopportare lei). Questo si ripete ogni giorno … all’infinito … Naturalmente, quando la incontri faccia a faccia l’interminabile rosario di difficoltà quotidiane che ha dovuto affrontare è ancora più drammatico.

Questo tipo di persona è quella che si denomina “la regina del dramma” (o re del dramma, dato che questa problematica non è esclusivamente femminile). Si tratta di persone che reagiscono emotivamente in maniera esagerata di fronte alle situazioni quotidiane e ingigantiscono i problemi in modo incredibile.

Ora alcuni ricercatori stanno cercando di fare i primi passi per comprendere cosa accade a queste persone e perché manifestano questi tratti così distruttivi. Nei casi estremi, si giunge a diagnosticare un disturbo di personalità borderline.

Ma … Che tipo di trauma scatena il dramma? In alcuni casi un trauma infantile è il fattore scatenante. Infatti, secondo alcuni studi recenti, i bambini che sono stati vittime di abusi o che hanno vissuto disastri naturali, tendono a presentare scompensi a livello della chimica cerebrale nelle aree relazionate all’umore. Questo li trasforma in persone ipersensibili di fronte agli stimoli e presentano inoltre difficoltà per valutare adeguatamente le situazioni sociali.

La negligenza dei genitori nell’educazione dei più piccoli può essere un fattore determinante. Chi non si è sentito amato durante l’infanzia, da adulto tende a creare delle storie allo scopo di attrarre l’attenzione e la tenerezza su di sé.

Ad ogni modo, non tutte le responsabilità ricadono sull’ambiente sociale, anche i geni hanno un ruolo in tutto questo. Nel 2004 si è realizzato uno studio presso la Scuola di Medicina di Harvard, nel quale si è riscontrato che il 27% delle persone che manifestano comportamenti drammatici eccessivi aveva dei familiari con la stessa tendenza.

Tuttavia, a parte le cause che possono o meno scatenare questo tipo di comportamento, è certo che vivere con “il re del dramma” è un vero DRAMMA. Chi vive o lavora con questo tipo di persone si sente continuamente bombardato da una serie di problemi minori e accuse che terminano per causare malumore, ira e affaticamento.

Fortunatamente esistono alcuni consigli che possono aiutarvi:

- Stabilire dei limiti: allo spazio e alla durata delle conversazioni (da mettere in pratica soprattutto nel caso dei colleghi di lavoro). Chiarire bene che non si dispone di tutto il giorno per ascoltare le lamentele.

- Essere consistenti: non infrangete le regole che vi siete posti altrimenti tornerete al punto di partenza. Ricordate che a volte queste persone possono essere ottimi manipolatori.

- Mantenete la calma: anche se è difficile, a nulla serve arrabbiarsi e gridare. Inoltre, se reagiamo drammaticamente questo servirà solo ad amplificare le emozioni. Ascoltate con calma fino a che potete, utilizzate aggettivi a contenuto positivo e, quando non siete disposti ad ascoltare più, ditelo subito e in maniera diretta.

- Cambiate la prospettiva: una persona drammatica si concentrerà in tutto ciò che è negativo, cercate di tirare fuori gli aspetti positivi della situazione.  

- Consigliategli di recarsi da uno psicologo: alla fine queste persone non si sentono felici del ruolo drammatico che tendono a sperimentare.

Fonti:
Small; O. A. (2008) Dangerous Liaisons. Scientific American Mind; Nov-Dic: 18-19.
Goldman, A. (2006) High Toxicity Leadership: Borderline Personality Disorder and the Dysfunctional Organization. Journal of Managerial Psychology; 21(8): 733–746.
Gunderson, J. G. et. Al. (2004) Major depressive disorder and borderline personality disorder revisited: longitudinal interactions. Journal of Clinical Psychiatry; 65: 1049-1056.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Vivere con una persona drammatica
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons