29 aprile 2013

Il futuro: dove si dirige?


Il tempo trascorre allo stesso modo per tutti ma la rappresentazione visiva che abbiamo dello stesso non è la stessa. Se in questo momento preciso vi chiedessi di organizzare cronologicamente quattro foto di una stessa persona che si riferiscono a diverse età come lo fareste?

Gli psicologi dell’Università di Stanford affermano che le persone appartenenti alla cultura anglosassone (o influenzati da questa) probabilmente organizzerebbero le foto da sinistra a destra formando una linea orizzontale, iniziando dalla foto dell’infanzia e terminando con quella più recente. Tuttavia, le persone che appartengono ad altre culture potrebbero organizzare le foto incolonnandole o partendo da destra verso sinistra.

I Pompuraawan, una tribù australiana, non considerano il tempo come la maggioranza delle persone occidentali. Cioè, non stabiliscono una relazione tra il tempo e le posizioni di “sinistra e destra” o “sopra e sotto”. Invece, utilizzano le direzioni per descrivere; per esempio tendono a dire: “il mio braccio sud”. Alla stessa maniera comprendono il tempo.

Quando i ricercatori chiesero loro di organizzare cronologicamente le foto per mostrare la crescita della persona, i Pompuraawan iniziarono con la prima foto da destra verso sinistra formando una linea orizzontale.

I ricercatori affermano che esistono tre fattori che incidono su come ci immaginiamo il tempo:

1. Il modo in cui la cultura nella quale ci troviamo comprende le relazioni spaziali. Per esempio, per questa tribù australiana il sole è colui che misura il tempo; così che è normale che se il sole sorge a est e tramonta ad ovest, pensando al passare del tempo, si seguirebbe la stessa linea immaginaria da destra a sinistra.

2. Il modo in cui scriviamo. Gli ebrei scrivono da destra a sinistra, così che sarebbe normale che stabilissero una linea del tempo immaginaria che va nella direzione opposta a quella che avrebbero le persone che scrivono da sinistra a destra.

3. Le metafore del linguaggio. Per esempio, nel cinese mandarino si associa la parola “sopra” al passato e “sotto” al futuro. Per questa ragione chi appartiene alla cultura cinese situa la linea del tempo in forma di colonna che va da sopra a sotto.

Le determinazioni sociali dei nostri comportamenti non smetteranno mai di sorprenderci.

Fonte:
Ross, V. (2011) Which Way Is the Future? Scientific American Mind; Marzo-Abril: 8.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Il futuro: dove si dirige?
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons