8 marzo 2013

Il lavoro fa male: vediamo come


La relazione tra mente e corpo è sempre stato un tema fondamentale in psicologia, sebbene non si è ancora riusciti a chiarirlo del tutto. Tuttavia, attualmente sono sempre di più i professionisti che accettano l’influenza delle emozioni nello sviluppo delle malattie, soprattutto in quelle che solo poco tempo fa si pensava fossero provocate da cause eminentemente fisiche.

Seguendo questo presupposto recentemente si è sviluppato un curioso studio nel quale si è analizzato quali aspetti del lavoro che svolgiamo tutti i giorni possono fare sì che ci ammaliamo. In realtà, gli autori di questo studio, realizzato nelle Università del Sud della Florida e di Tulsa, hanno solo analizzato i risultati di circa 72 studi precedenti. A partire da questi dati, gli psicologi hanno valutato se esistevano correlazioni tra lo stress causato dal lavoro e i sintomi fisici che sperimentavano le persone come: mal di testa, di schiena, disturbi del sonno e problemi gastrointestinali.

Questi sono i risultati:

1. Limiti organizzativi: il lavoro, in un modo o nell’altro, presuppone sempre dei limiti associati allo stesso, siano questi relazionati con il tempo, le risorse materiali o le barriere imposte dai superiori. Tuttavia, quando questi limiti sono troppo restrittivi possono influire sulla salute del lavoratore. Così, gli psicologi riscontrarono che quando le persone lavoravano in un ambiente troppo restrittivo e limitante, si presentavano problemi come la stanchezza cronica o problemi gastrointestinali.

2. Sovrapposizioni nella catena di comando: in questo caso, i conflitti si riferivano fondamentalmente alla sovrapposizione nella catena di comando; cioè, quando il lavoratore riceve ordini contrastanti da diversi superiori e non sa quale di questi deve eseguire. Questo problema si associa  ai problemi gastrointestinali.

3. Conflitti interpersonali: le relazioni sul lavoro non sono quasi mai esenti da scontri e divergenze; tuttavia, quando la tensione aumenta troppo le persone tendono a soffrire di disturbi del sonno.

4. Carico di lavoro eccessivo: forse questo è l’aspetto che credevate di trovare all’inizio della lista dato che tutti pensiamo che un carico eccessivo di lavoro ci possa fare ammalare. Tuttavia, i ricercatori scoprirono che il sovraccarico di lavoro non è poi così dannoso e viene messo in relazione solo con la fatica.

5. Ambiguità dei ruoli:  quando il lavoratore non sa precisamente qual’è la sua mansione e cosa ci si attende da lui, si considera che esista una ambiguità dei ruoli. Il fatto di dover “indovinare” cosa si dovrà fare e come, provoca una forte sensazione di fatica (con tutti i sintomi associati).

6. Perdita di controllo: anche se si trova alla fine della lista, dal mio punto di vista si tratta del problema più serio che si possa incontrare sul lavoro, non solo perché è quello che provoca il numero maggiore di sintomi, ma piuttosto perché è quello che ci causa i maggiori problemi dal punto di vista psicologico.

Tutti abbiamo alcune difficoltà a gestire l’incertezza e, quando questa assume dimensioni enormi, iniziamo a sperimentare la perdita di controllo. In ambito lavorativo la perdita di controllo si manifesta in diverse maniere, dalla necessità di lavorare più ore di quelle che servono alla impossibilità di sapere cosa accadrà domani. Questa sensazione viene associata alla fatica, sensazione di debolezza, mal di testa, mal di schiena e disturbi del sonno.

Sottolineo che non credo che questi risultati non possano venire presi alla lettera, dato che tutti abbiamo modi diversi di affrontare e gestire lo stress così come differenti sono i modi nei quali questo si manifesta. Cioè, mentre che in alcune persone il carico di lavoro eccessivo può causare solo affaticamento, ad altri può causare disturbi del sonno. Infine, credo che l’insegnamento più importante che ci può trasmettere questo studio stia nel fatto che dovremmo prendere coscienza di come le condizioni di lavoro possono incidere nella nostra qualità di vita. Solo così potremo eliminare tutti quei fattori che ci provocano stress.

Fonte:
Nixon, A. E. et. Al. (2011) Can work make you sick? A meta-analysis of the relationships between job stressors and physical symptoms. Work & Stress; 25(1): 1-22.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Il lavoro fa male: vediamo come
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons