22 febbraio 2013

La grafologia: speculazione o scienza esatta?



La grafologia esercita un fascino particolare sulla maggioranza delle persone. Il fatto di poter trarre conclusioni in merito alla personalità partendo dalla scrittura è un po’ come poter leggere nella sfera di cristallo. Questo ha contribuito a fare sì che i libri di grafologia siano tra i più venduti tra le persone non specializzate dato che tutti desiderano conoscere i misteri che si nascondono dietro la scrittura manuale.   

Certo è che attualmente esistono migliaia di libri di grafologia, da quelli di carattere generale a quelli più specifici, nei quali si descrive dettagliatamente il significato di ogni tratto che compone una lettera manoscritta. L’esistenza di questi libri così dettagliati può dare l’idea che la grafologia sia una scienza abbastanza esatta nella quale ad ogni tratto scritto a mano corrisponde una spiegazione unica dal punto di vista psicologico. Ma è certo che non è così (mi dispiace dare questa notizia a chi magari ha già acquistato uno di questi libri).

A grandi linee, la grafologia è un metodo (senza disquisire se si tratta proprio di metodo, scienza o tecnica) che permette di conoscere le caratteristiche della personalità attraverso l’analisi della scrittura manuale. Attualmente la grafologia viene applicata in psicologia come tecnica aggiuntiva per ottenere maggiore informazione relativa al paziente, nell'area delle risorse umane per stabilire l’idoneità di un candidato per un determinato posto di lavoro, in medicina, per valutare il livello di sviluppo di alcune patologie eminentemente neurologiche e nella criminologia come ulteriore prova, dato che la scrittura come le impronte digitali, è unica e irripetibile.

Ma quanto è efficace la grafologia?

In via generale l’efficacia della grafologia dipende in buona parte dagli obiettivi che persegue il professionista che la utilizza. Per esempio, nella criminologia può risultare molto efficace dato che esistono dettagli inconfondibili nella scrittura che possono determinare l’autorevolezza di un determinato documento, carta o firma. In questo modo è stato possibile risolvere molti casi complessi, soprattutto relativi a presunti suicidi o falsificazioni.

Tuttavia, se il professionista utilizza i dati della grafologia come scienza certa e indiscutibile secondo cui, per esempio, una lettera arrotondata corrisponde a persone passive e tranquille mentre che una firma leggibile indica una persona ansiosa di essere riconosciuta, allora l’efficacia si vedrà ridotta.

La realtà è che la grafologia è tuttora un metodo tutto da esplorare. La grafologia non si basa esclusivamente nella forma delle lettere ma anche nella pressione esercitata scrivendo, la dimensione delle lettere, la disposizione degli spazi, la velocità di scrittura, la coesione dello scritto, i margini, i segni di punteggiatura…infine, l’elenco degli elementi da considerare è davvero enorme.

Come si legge tra le lettere?

Essenzialmente un buon grafologo non deve solo concentrarsi nell'analisi fredda della disposizione delle lettere sul foglio di carta, ma deve anche considerare due fattori essenziali prima di trarre delle conclusioni:

- La persona: analizzando fondamentalmente il sesso, l’età e il livello socioculturale dato che questi fattori incidono sulla scrittura della persona.

- La situazione: si considerano fattori scolastici (per esempio, il tracciato delle persone che sono andate a scuola 50 anni fa non è lo stesso dei giovani contemporanei, perché alcuni “tratti istituzionali” sono cambiati) o fattori transitori, come la fretta o la tensione per dover scrivere in un momento particolare.

Infine, il grafologo unisce tutti questi fattori e stabilisce un profilo che possa essere più o meno adeguato ma che dovrà sempre essere confermato con prove ulteriori. In questo modo, la grafologia può rappresentare un metodo per convalidare ciò che già si conosce o una guida per cercare nei meandri della mente umana.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

La grafologia: speculazione o scienza esatta?
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons