14 gennaio 2013

Aerofobia: la paura di volare


Anche se l’aereo è il mezzo più rapido con il quale spostarsi ed anche il più sicuro, ben più dell’automobile, stando alle statistiche sulle probabilità che si verifichi un incidente, è certo che moltissime persone continuano a provare una fortissima paura di volare. La società Boeing (costruttrice di aerei) ha realizzato un’intervista dai cui risultati si è potuto apprezzare che due persone su tre hanno paura al momento di salire su di un aereo mentre che una ogni cinque sperimenta una vera e propria aerofobia.

Esattamente come accade con le altre fobie, la paura di volare è irrazionale e, a meno che non si sia vissuta un’esperienza traumatica legata al volo, normalmente non esiste una ragione oggettiva che possa spiegarla. Infatti, il 40% delle persone non sa spiegare quale sia la causa della propria paura, neppure motivandola con delle scuse. Tuttavia, altre persone che soffrono di aerofobia riferiscono che nella loro mente mettono in relazione la paura di volare con:

- Incidenti aerei (reali o fittizi) nei quali si sono verificate vere e proprie catastrofi.

- L’incapacità di comprendere il meccanismo che permette all'aereo di volare. In questo caso, il fatto di non sapere che l’aereo è perfettamente sicuro gli fa temere che possa cadere in qualsiasi momento.

- La mancanza d controllo sul mezzo, dal momento che l’aereo è condotto da un pilota.

Chi soffre di aero fobia presenta palpitazioni, secchezza delle fauci, sudori freddi, nausea, iperventilazione e mancanza del respiro. Nei casi estremi può apparire un desiderio irrefrenabile di fuggire, qualcosa di impossibile da farsi su di un aereo. A volte l’aero fobia si combina con la claustrofobia.

Di fatto, uno studio realizzato dall'Università di Napoli, ha scoperto che nel 73% dei casi le persone che soffrono di aerofobia presentano anche altri problemi psicologici come fobie sociali, ansia da separazione e sintomi di nevrosi.

Il trattamento dell’aerofobia

Superare l’aerofobia non è difficile (soprattutto se non sono presenti altri disturbi associati). A volte sono sufficienti alcune sessioni di terapia. La tecnica più utilizzata in questi casi è la desensibilizzazione sistematica, nella quale la persona viene messa di fronte alla sua paura (in situazioni controllate) fino a quando non riesce a superarla. Ovviamente, il soggetto viene preparato prima da uno psicologo che gli spiega tutte le tecniche necessarie ad affrontare la sua paura.

Una delle tecniche più recenti utilizzate per eliminare l’aerofobia, sono i programmi virtuali a computer. A questo proposito esistono diversi software che ricreano l’esperienza del volo nei minimi dettagli permettendo così alla persona di affrontare la sua paura.

Ad ogni modo, oltre alle tecniche psicologiche (che devono sempre venire applicate da un professionista) esistono altri consigli che aiutano a controllare la paura di volare:

- Arrivare sull'aereo il più possibile rilassati. L’ansia e lo stress (indipendentemente da cosa siano causati) provocano solo maggiore ansia e stress.

- Preparare il viaggio e i bagagli con il dovuto anticipo per evitare lo stress dell’ultima ora.

- Non guardare fuori dal finestrino dell’aereo, molte persone si sentono meglio guardando solo all'interno.

- Fare i primi viaggi in aereo possibilmente accompagnati da qualcuno del quale si ha piena fiducia e che possa trasmettere una sensazione di sicurezza.

- Bere un bicchiere d’acqua almeno ogni ora per ridurre gli effetti dell’adrenalina (sostanza stimolante prodotta dal cervello) nell'organismo.

- In presenza di turbolenze aggiustarsi la cintura di sicurezza e mettersi comodi utilizzando cuscini e coperte.

- Se si può scegliere, riservare un sedile nelle prime file davanti alle ali dal momento che qui è dove si sente meno l’effetto delle vibrazioni del velivolo.

Infine i dati: nel solo 2003 sono avvenuti in tutto il mondo 162 incidenti aerei nei quali hanno perso la vita 1.204 persone. Però, nello stesso anno sono morte oltre 4.084 persone in incidenti d’auto solo in Spagna. Questo dimostra che il nostro senso di sicurezza spesso ci gioca brutti scherzi.

Fonti:
Ruga, R. (2006) Aerofobia: Come superare la paura di volare. QUALE Psicologia; 28: 56-75.
Siracusano, A. et. Al. (1999) Fobie specifiche: l’aerofobia. NÓOς; 3: 187-204.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Aerofobia: la paura di volare
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons