31 ottobre 2012

La Sinettica: cosa è realmente?


La parola Sinettica è un neologismo di radice greca che significa unione di elementi distinti e apparentemente irrilevanti. Iniziò a far parte del vocabolario degli specialisti quando nel 1961 William Gordon pubblicò il libro: Synectics.

Prima di rispondere alla domanda su cosa sia la sinettica, va sottolineato che la stessa si presenta come una teoria e un metodo nello stesso tempo. Come teoria ha un senso eminentemente operazionale, dato che studia il processo creativo ed i meccanismi psicologici dell’attività creativa con l’obiettivo di aumentare le probabilità di successo delle persone nel risolvere i problemi. Come metodo, la sinettica costituisce un approccio strutturato la cui finalità è quella di garantire un procedimento ripetibile, capace di aumentare le possibilità di giungere a soluzioni creative per risolvere i problemi.

Alcuni dei postulati essenziali della sinettica sono:
- La creatività delle persone può aumentare se si fa loro comprendere i processi psicologici che vi stanno dietro.
- Nel processo creativo la componente emotiva è più importante di quella intellettuale, e l’irrazionalità della razionalità.
- Gli elementi emotivi e irrazionali sono quelli che devono venire compresi per aumentare le possibilità d successo durante il processo creativo.
Come possiamo vedere, la sinettica mostra una grande attenzione agli elementi emotivi, irrazionali e inconsci nella ricerca creativa, tuttavia, è fondamentale non perdere di vista il fatto che in nessun caso questi si trovano separati nella riflessione razionale.

Da questa convergenza di idee sorsero i due principi più interessanti che costituiscono la base della sinettica:

1. Fare conoscere ciò che è strano
2. Rendere strano ciò che è conosciuto

Così, il metodo sinettico consiste nell'offrire i meccanismi che permettano di trasformare ciò che risulta strano e ciò che risulta conosciuto. In questo contesto, si propongono alcune tecniche di sinettica:

- Analogia personale: con questo meccanismo si pretende che ogni persona si identifichi personalmente con un problema o con i suoi elementi. La forma più semplice di mettere in pratica questa analogia è di porsi la domanda: E se io fossi...? In questo modo si produce una fusione immaginaria tra una persona e un oggetto o situazione. Questa fusione offre la possibilità di osservare dall'interno i sentimenti, i pensieri e le forme di agire proprie di ogni caso.

- Analogia diretta: questo meccanismo cerca di stabilire tutti i tipi di comparazione tra i fatti, le conoscenze, le tecnologie, gli oggetti e gli organismi, che possiedono un certo grado di similitudine. Questo suppone stabilire distinte relazioni tra il tema trattato e altri fenomeni differenti.

- Analogia simbolica: questo meccanismo riceve anche il nome di: “Titolo del Libro”. Si tratta di formulare enunciati molto brevi e dal senso poetico a partire da un problema dato. Il procedimento consiste in selezionare una parola chiave relazionata con il problema e chiedersi quale sarà la sua essenza, per poi tentare di sperimentare o sentire i significati scoperti.
Infine si deve integrare tutta questa trama di significati e sentimenti in una o due parole, come se si trattasse del titolo di un libro. Queste espressioni, a volte poetiche, a volte un po’ paradossali, hanno la virtù di integrare realtà molto distinte, aprendo un campo nuovo di discussioni e  suggerimenti.

- Analogia fantastica: con questo meccanismo si isola ogni forma di pensiero logico e razionale, e si lascia libera la fantasia. Partendo da un problema specifico, questa libertà suole condurci all'espressione aperta di pensieri disarticolati e molte volte totalmente alieni al senso comune. Questo produce soluzioni immaginarie che sono fuori dell’universo possibile, ma che possono sfociare in risposte concrete e realizzabili.

In un primo momento queste idee possono apparire un po’ azzardate, ma mettendole in pratica, le stesse vanno aprendoci lentamente le porte su di un mondo di esperienze e percezioni. In seguito, sarà compito del pensiero convergente fare in modo che le soluzioni creative trovino la via per mettersi in pratica e soluzionare problemi reali.

Fonte:
López Pérez, R. (1999) Prontuario de la creatividad. Santiago: Bravo y Allende.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

La Sinettica: cosa è realmente?
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons