8 ottobre 2012

Ansia prima degli esami: come eliminarla



Verso la metà del mese di giugno gli studenti dell’ultimo anno delle superiori sentono avvicinarsi la fatidica data degli esami di maturità. Si tratta di un momento fondamentale della loro vita, dato che dal superamento di questo esame dipende l’ammissione o meno alla carriera universitaria.

È proprio in questi giorni così importanti per il futuro di questi giovani, che potrebbe apparire un disturbo abbastanza comune per l’occorrenza: l’ansia prima degli esami.

I sintomi più comuni sono: irritabilità, vuoti di memoria, difficoltà di concentrazione, nervosismo. Nei casi più gravi uno studente che soffre d’ansia può arrivare a sentirsi paralizzato completamente, e questo gli impedisce di parlare nel momento degli esami o di ricordare quanto studiato; questo non dipende da quanto sia più o meno intelligente o preparato. È dimostrato che un forte stato d’ansia può inibire le facoltà intellettuali e ostacolare la concentrazione e la memoria, peggiorando notevolmente il rendimento dello studente.

Como si possono aiutare questi ragazzi a limitare la paura e l’ansia di questi giorni?

Gli psicologi assicurano che è possibile superare l’ansia prima degli esami, grazie all'intervento dei genitori che dovranno aiutare i loro figli ad essere in ottime condizioni per affrontare gli esami in tutta tranquillità.




I genitori devono mostrare fiducia

Gli studenti che soffrono d’ansia attribuiscono un’importanza eccessiva agli esami perché li considerano uno strumento per quantificare la loro intelligenza ed il loro valore sociale. Le madri devono spiegare ai figli che ciò che si misura in queste prove è esclusivamente il grado di preparazione scolastica.

È necessario ricordare loro che è perfettamente normale essere preoccupati e fare di tutto per rafforzare le qualità che possono permettere loro di passare con successo gli esami. Ma, soprattutto è necessario fare in modo che intendano il loro valore come persone e come figli, e che percepiscano la stima e l’amore che si prova per loro, e che questi non cambieranno indipendentemente dall'esito dell’esame.

Può essere utile creare un ambiente tranquillo intorno al ragazzo. Magari si può organizzare delle attività insieme, fare delle lunghe passeggiate nella natura e dedicarsi del tempo reciprocamente per conoscersi meglio.
È utile preoccuparsi che in questi giorni di tensione estrema i ragazzi si nutrano in modo adeguato, pertanto è raccomandabile fare loro trovare sempre pronti dei piatti che apprezzano, ma nello stesso tempo non è consigliabile insistere se non desiderano mangiare.

Infine, è meglio proibire loro di passare le serate fuori a fare le ore piccole, almeno durante i giorni di maggiore tensione, per evitare che la perdita di sonno, l’alcol e altre situazioni possano pregiudicare il rendimento in periodo d’esami.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Ansia prima degli esami: come eliminarla
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons