31 agosto 2012

Sonnambulismo: cause e conseguenze


Quando si parla del sonnambulo ci si riferisce generalmente alla persona che, nel sonno, abbandona il suo letto e svolge alcune attività semplici, quasi sempre senza nessun proposito. Tuttavia, spesso i sonnambuli riescono a svolgere attività più complesse come camminare per la stanza, aprire e chiudere porte, vestirsi, cercare alimenti e bevande, camminare per il vicinato e addirittura guidare l’auto. In certi casi il sonnambulo torna tranquillamente al suo letto e al risveglio non ricorda nulla di quanto accaduto. Ma anche così, va detto che la cosa più normale è che il comportamento del sonnambulo sia banale e stereotipato.

Mentre ha luogo l’episodio di sonnambulismo è praticamente impossibile comunicare con questa persona.

Il sonnambulismo è più comune nei bambini e negli adolescenti, sebbene si stima che almeno il 3% della popolazione adulta ne soffra.

Gli episodi di sonnambulismo si producono generalmente durante le prime due ore di sonno (durante le fasi 3 e 4 del sonno non REM), e in certe occasioni è preceduto da alcuni episodi di terrore notturno. Alcuni studiosi suggeriscono che questo disturbo sia preceduto da episodi di sonniloquio protratti per anni.

Cause del sonnambulismo

Le cause del sonnambulismo sono varie, sebbene esiste la tendenza a metterlo in relazione con alcuni disturbi psichiatrici e l’epilessia. Oggi molti specialisti propendono per una predisposizione ereditaria, dato che negli studi fatti sui gemelli si è scoperto che tra i fratelli monozigoti i sintomi erano sei volte più frequenti che tra gli altri.

Tuttavia, si riconosce anche che un ambiente familiare inadeguato dove si produce o si favorisce stress e tensione emotiva, è un fattore che può scatenarne o complicarne i sintomi. Il sonnambulismo viene anche associato ad un elevato consumo di alcol e alcuni medicinali.

Altri ricercatori affermano che le cause del sonnambulismo sono così diverse perché differiscono nelle diverse fasce d’età. Così a volte, il sonnambulismo può essere messo in relazione con una frammentazione dell’Io e una profonda regressione.

Conseguenze del sonnambulismo e cura

Le maggiori conseguenze del sonnambulismo risiedono nelle possibilità che la persona si procuri danni e traumi quando si trova in questo stato.Tuttavia, a parte questi danni, alcuni sviluppano una paura fortissima che li obbliga a chiudere adeguatamente le porte e le finestre o posizionare barriere intorno al letto che gli impediscano di alzarsi.

Va detto che molte persone credono che non si possa per nessun motivo svegliare il sonnambulo, perché questo gli causerebbe problemi. Ad ogni modo, questa è solo una leggenda popolare; anche se quando viene svegliato il sonnambulo suole mostrasi confuso e disorientato.

La maggior parte dei casi di sonnambulismo si risolve con il tempo; per gli altri casi è necessario ricorrere a medicinali o apprendere come mantenere una buona igiene del sonno.

Fonte:
Buchanam, A. (1991) Sleepwalking and indecent exposure. Med Sci Law; 31(1): 38-40.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Sonnambulismo: cause e conseguenze
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons