20 luglio 2011

La felicità: breve guida per raggiungerla


La letteratura psicologica ci mostra una relazione chiara tra il successo e la felicità, ma… è il successo che ci rende più felici o è una maggiore felicità che ci facilita il raggiungimento del successo?

Normalmente siamo abituati ad accettare tacitamente che sia il successo a condurre alla felicità ma...questa relazione potrebbe non essere così lineare, essere più felici potrebbe anche questo condurre al successo. O perlomeno questa è l’ipotesi che sostiene Sonja Lyubomirsky e i suoi colleghi dell’Università della California. L’evidenza migliore di come la felicità potrebbe essere un fattore decisivo per ottenere il successo proviene dalle sue ricerche scientifiche e sperimentali. Questi lavori inducono nei partecipanti stati di umore positivo o negativo e in seguito si valutano i loro comportamenti in situazioni di interazione sociale. Si è così giunti a registrare prove sufficienti come per dare alla felicità un posto fondamentale nella direzione della realizzazione di un certo livello di successo. Ma quali sarebbero le attività che favoriscono la felicità?

1. Parlare con gli altri. Le persone positive tendono a parlare con gli altri. In questo processo di apertura si liberano molte delle loro tensioni, si possono ascoltare nuove prospettive e riassumere le situazioni con un’attitudine diversa. Parlare con gli altri è simile ad un procedimento catartico nel quale liberiamo le nostre emozioni e ci impregnamo di nuovi punti di vista.

2. Interessarsi in attività di svago. Le persone che suolono avere un buon umore non si precludono le attività che gli permettano di staccare la spina dal quotidiano. Assistono a feste con una certa assiduità, escono a cena con gli amici e si prendono delle meritate vacanze.

3. Approfittare dell’interazione sociale. Queste persone provano piacere nel relazionarsi con gli amici, i familiari e i colleghi; non rispettano un’appuntamento per circostanza o compromesso ma perchè provano davvero piacere in compagnia e in conversazione.

4. Risolvere i conflitti in modo efficace. Le persone di buon umore hanno la tendenza a collaborare per trovare la soluzione ai conflitti piuttosto che tentare di evitarli o assumere una posizione da vincitori assoluti.

5. Aiutare gli altri. La condotta prosociale suole provocare maggiori effetti positivi in chi offre il suo aiuto che in chi lo riceve. I meccanismi che stanno alla base non sono tuttavia ben chiari, ma quel che è chiaro sono i suoi benefici per la salute e la speranza di lunga vita.

6. Sentirsi sani. Anche se questo possa sembrare una stupidaggine, certo è che molte volte siamo sani ma ci sentiamo male perchè non valorizziamo l’importanza della salute. Le persone felici si alzano ogni mattina sentendosi positive per il semplice fatto di essere sani e non provare alcun dolore.

7. Essere creativi. Lasciare lo spazio alla nostra creatività perchè possa spiccare il volo senza alcuna barriera è un’ulteriore forma per assicurarci soddisfazione e felicità.

8. Attribuire il successo alle nostre capacità. Quando le persone si convincono che il successo è il risultato dei propri sforzi, si sentono molto più felici. Anche se questo può sembrare un’idiozia, certo è che molte volte non siamo capaci di godere del successo solo perchè lo attribuiamo a fattori esterni minimizzando i nostri sforzi; questo è un modo per negarci la felicità che ci corrisponde.

9. Avere un senso della vita più ampio. Le persone felici non limitano la loro vita ad un solo desiderio o meta, il loro senso delal vita è più ampio e capace di generare sempre nuovi obiettivi. Questo permette loro di non anchilosarsi, mantenendosi sempre alla ricerca di nuove forme di crescita personale.

Forse la frase che segue suona un poco retorica ma la condivido ugualmente: ovviamente il successo non dipende unicamente da quanto siamo felici ma anche da tanti altri fattori esterni, ma senza dubbio, la nostra predisposizione mentale svolge un ruolo essenziale e dinamizzatore.

Il modo in cui noi consideriamo il successo e la felicità incide profondamente sulle nostre vite. Se pensiamo che solo il successo possa condurci alla vera felicità allora sarà molto probabile che termineremo per escludere la felicità dalla nostra vita in attesa del più grande successo. Al contrario, se permettiamo che la felicità fluisca attraverso le nostre attività quotidiane, sarà molto più facile avvicinarci al successo o almeno sentirci soddisfatti con le nostre piccole conquiste. Sentirsi felici è il primo passo.

Fonte:
Lyubomirsky, S. King, L. & Diener, E. (2005) The benefits of frequent positive affect: Does happiness lead to success? Psychological Bulletin; 131(6): 803-855.

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

La felicità: breve guida per raggiungerla
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons