12 agosto 2010

Porno per il pubblico femminile?

La pornografia è stata ampiamente discussa e tradita, ha alcuni detrattori, qualche difensore e per disgrazia molti dipendenti. Contrariamente a ciò che si può pensare, gli uomini consumano pornografia ma le donne non restano dietro. Secondo Internet Filter Review, un terzo degli internauti che visitano siti web per adulti sono donne e 9,4 milioni di queste vi accedono mensilmente.

Secondo la rivista Glamour, l’87% delle donne con una età compresa tra i 25 ed i 39 anni gode del porno come parte delle proprie abitudini sessuali. Indipendentemente da queste statistiche, alle donne gli costa dover ammettere che le piaccia consumare pornografia chissà forse perchè la attuale industria del porno predilige la produzione diretta ad un pubblico maschile dato che tuttavia sussistono assurdi stereotipi di genere atti a far pensare che questo sia un prodotto che possa essere goduto solo dagli uomini. O chissà forse perchè il porno per uomini si realizza con meno risorse e quindi rappresenta una più alta redditività per i suoi realizzatori.

Che sia per una causa o per l’altra, di certo è che la maggioranza delle donne resta con un sapore amaro in bocca dopo aver visto un film porno perchè si aspattavano “qualcosa di più”. Che cos’è questo di più? Una storia credibile, passione,sentimento, più attenzione nella cura delle scene, una conversazione... È perchè per molte donne un film porno deve essere: sesso dentro di una storia.

Quindi ora appare una nuova tendenza: il porno per le donne. Erika Lust è una delle registe d’avanguardia che tenta di rompere con la visione tradizionale, ripetitiva e maschilista del cinema porno. Così, la sua più recente produzione: Cinque storie per le donne ci presenta una decorazione accurata, una trama e personaggi con i quali ci possiamo identificare e... esiste un copione!, tanto è che ha vinto il premio per il miglior copione di cinema erotico realizzato nel 2007 a barcellona e altri premi in diversi festival.

La pellicola racconta di cinque storie che possono essere perfettamente fatti quotidiani dato che partono dalla ragazza che cerca una sessualità più trasgressiva arrivando fino alla coppia con figli raggiunta dalla noia.

Senza dubbio non si tratta del miglior film nel mercato ma è certamente un intento di aprirsi un varco in un genere tanto criticato ma che può aiutarci a sviluppare una sessualità più disinibita e soddisfacente.

E tu che ne pensi?

CONDIVIDI

Continua ad alimentare i tuoi neuroni

Porno per il pubblico femminile?
4/ 5
Oleh
Invert

Jennifer Delgado Suárez

Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. Scopri i miei libri

ALIMENTA I TUOI NEURONI

La psicologia sotto una nuova luce...

Vedi i Commenti
Nascondi i Commenti

Prima di scrivere un commento leggi queste regole:
-Non scrivere commenti offensivi o a scopo pubblicitario.
-Sii conciso, non fare commenti troppo lunghi.
-Rispetta il tema del post.
-Non scrivere in maiuscolo, sarebbe come se stessi gridando.
-Il commento non sarà pubblicato immediatamente perché verrà moderato, abbi un poco di pazienza.
Tutti i commenti che non rispetteranno questi requisiti fondamentali saranno eliminati. Non si tratta di una questione personale ma piuttosto si cerca di preservare lo stile del blog.
Grazie per condividere la tua esperienza!

Vedi EmoticonsNascondi Emoticons